Domino allenatori, decisione clamorosa: Zidane ha scelto

L’estate del calciomercato sarà bollente anche nel giro di panchine che è già cominciato, ma ci sono ancora dei colpi grossi

Il Real Madrid ha conquistato la quattordicesima Champions League della sua storia, ancora con Carlo Ancelotti in panchina. Il tecnico di Reggiolo ha alzato al cielo la sua quarta coppa ‘dalle grandi orecchie’, confermando una tradizione europea impareggiabile. Un’avventura incredibile in questa stagione, tra scudetto e Champions, con una squadra riorganizzata dopo l’addio di Zidane e il no di Allegri.

zidane psg pochettino francia mbappe
Zidane © LaPresse

Ancelotti ha già annunciato in un’intervista che il Real Madrid potrebbe anche essere la sua ultima squadra di club, ma che rimarrà finché la società lo vorrà. E in questo momento non ci sono sentori di separazioni imminenti. Come invece ci sono su altre panchine prestigiose in Europa, o ci sono già state. Vedi il nuovo manager allo United. In Premier League il quarto posto del Tottenham di Conte ha ribaltato la situazione futuro dell’ex ct, pronto a restare. E ha chiuso le porte al ritorno di Pochettino, che nel frattempo è sempre più in bilico al PSG e non ha più neanche la possibilità Real Madrid, la sua preferita. Il tecnico argentino ha detto di voler restare a Parigi, ma l’ombra di Zidane è sempre stata incombente.

Zidane dice no al PSG: ecco perché

Real tradito due volte, Zidane decisivo nella telenovela Mbappé
Zinedine Zidane ©LaPresse

Ve lo abbiamo raccontato anche su Calciomercato.it, di come Zizou fosse il primo nome della dirigenza (e di Mbappe, oltre che Campos) ma anche di come l’ex Real Madrid fosse un po’ titubante. E oggi il prestigioso ‘Telefoot’ conferma in toto le indiscrezioni: Zidane è la priorità della società qatariota per la panchina, ma non arriverà al PSG perché non è molto convinto del progetto. Nella testa dell’allenatore francese pluricampione d’Europa, resta sempre anche e soprattutto la nazionale ‘bleu’. Per questo i parigini stanno stilando una lista di alternative come Conceicao e Thiago Motta. E si è parlato a più riprese di Antonio Conte.