Bomba Juventus, ha chiesto la cessione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:03

Juventus attivissima sul mercato e un’altra novità è in arrivo: il giocatore ha chiesto la cessione

Con Paulo Dybala pronto ormai a dire addio alla Juventus, il club bianconero è a caccia di nuovi volti da regalare a Massimiliano Allegri in vista della prossima stagione. Sembrano ormai ai dettagli gli arrivi di Di Maria e Pogba a parametro zero. La trattativa per l’argentino prosegue senza intoppi e si attende ormai solo l’accelerata decisiva per la fumata bianca.

Juventus, interesse per Pulisic
Dirigenza Juventus ©LaPresse

Anche Pogba è ormai ad un passo. Cresce a vista d’occhio l’ottimismo per rivedere il centrocampista francese nuovamente a Torino, pronto a compiere lo stesso esatto tragitto che lo portò in Italia da Manchester, anche ora come allora a costo zero.

Juventus, idea Pulisic: ha chiesto la cessione al Chelsea

Oltre a Di Maria e Pogba però, altri sono i nomi a cui lavora la Juventus. In particolare il club starebbe sondando il terreno per rafforzare il reparto offensivo e regalare nuovi partner a Dusan Vlahovic. Una figura che stuzzica e non poco l’ambiente juventino è quello di Christian Pulisic. Il giocatore statunitense non sembra essere felice del suo utilizzo stagionale e sarebbe pronto a lasciare il Chelsea. Secondo quanto riferito dal ‘Guardian’, il calciatore si sarebbe già riunito con il direttivo e avrebbe confermato di voler dire addio al club londinese in estate.

Juventus, interesse per Pulisic
Pulisic ©LaPresse

Il Chelsea attende proposte e ascolta offerte e dall’Inghilterra sottolineano come una di queste potrebbe arrivare proprio dalla Juventus. Pulisic infatti viene ritenuto un nome adatto a rimpiazzare Dybala. Il giocatore. che ha un contratto in scadenza nel 2024, piace tanto alla dirigenza per le sue caratteristiche e anche per ragioni anagrafiche, ma di certo il club bianconero non è intenzionato a versare cifre simili a quelle che il Chelsea spese per prelevare lo statunitense dal Borussia Dortmund, pagato 64 milioni di euro nel gennaio 2019.