Juve, bocciatura pesante. Salta tutto: “Così non è possibile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:16

La Juventus a caccia di un difensore importante: il nome ricorre, ma la bocciatura è pesantissima

La Juventus ha chiuso la stagione con un 2-2 amaro contro la Lazio, che ha agganciato i bianconeri nel recupero con il gol di Sergej Milinkovic-Savic. Una prestazione non eccellente da parte dei bianconeri, nella serata dedicata più che altro agli addii di Chiellini e Dybala. Ma già in questi giorni non c’è spazio per pensare troppo ai saluti e alla nostalgia.

Juventus-Lazio: fischi per Agnelli
Andrea Agnelli ©LaPresse

La prossima stagione va già preparata e il calciomercato è sostanzialmente sempre aperto. Allegri avrà bisogno di rinforzi importanti in tutti i reparti, attacco, centrocampo e difesa. I nomi che circolano sono tanti, oltre all’arrivo di Federico Gatti dal Frosinone che ha già avvertito tutti, chiarendo di volersi giocare la conferma in ritiro. Tra gli altri accostati alla Juve c’è anche Nikola Milenkovic, da tempo in orbita bianconera, anche prima del rinnovo con la Fiorentina. Ma c’è chi non è affatto convinto del serbo, come Pietro Vierchowod.

L’ex giocatore della Juve e della Fiorentina ne ha parlato a ‘RadioBianconera’: “Ho visto Sampdoria-Fiorentina e ritengo Milenkovic un giocatore non da Juve, anche se è la mia opinione personale. Prendere quattro gol in quel modo scolastico contro una squadra già salva non è possibile. Il centrale serbo ha un bel fisico, ma se fossi nei bianconeri non lo prenderei”. E l’alternativa? “Si può optare per Bremer, ma in generale non ci sono più i difensori che l’Italia vantava una volta. I nostri allenatori non sono capaci ad insegnare sotto questo aspetto. Quindi sostituire Chiellini è difficilissimo”.