Juventus, 60 milioni per l’attacco: caccia allo sconto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:59

Negli scenari di mercato della Juventus, c’è anche da considerare la situazione in attacco: ballano 60 milioni, il piano bianconero

La stagione per la Juventus non si è ancora conclusa, e potrebbe finire con un sorriso, qualora mercoledì arrivasse la Coppa Italia contro l’Inter. Ma, incamerato l’obiettivo minimo della Champions League, in campionato, le idee sul futuro sono piuttosto chiare.

Massimiliano Allegri ©LaPresse

La rosa di Allegri ha bisogno di essere rinforzata adeguatamente per poter tornare competitiva da subito, il prossimo anno, per lo scudetto. E per puntare a fare meglio in Europa, dove da troppo tempo arrivano eliminazioni premature. Ci si attende un mercato di livello da parte dei bianconeri, la società sa che cosa chiede l’allenatore e proverà ad accontentarlo. Il reparto maggiormente nel mirino, per qualità da innalzare, è senza dubbio il centrocampo, ma le valutazioni sono in corso anche sull’attacco. Dove le uniche certezze al momento sono Vlahovic, l’addio di Dybala e la necessità di aspettare Chiesa al rientro dall’infortunio.

Juventus, troppo cari i riscatti di Morata e Kean: cosa può accadere

Juventus, 60 milioni per l'attacco: caccia allo sconto
Alvaro Morata © LaPresse

Situazione tutta da decifrare per il futuro di Alvaro Morata e Moise Kean. Entrambi si giocano la conferma, la Juventus ritiene che i 60 milioni e oltre complessivi per il loro riscatto (a giugno quello dello spagnolo, l’anno prossimo quello dell’azzurro) siano troppi. La ‘Gazzetta dello Sport’ conferma le recenti indicazioni. La Juventus, come anticipato da Calciomercato.it, non vuole andare oltre i 20 milioni (e non 35) per il riscatto di Morata, vorrebbe senza dubbio tenere lo spagnolo che è gradito ad Allegri e già ‘pronto’, ma non oltre certe cifre. L’Atletico Madrid, per ora, non apre. Per quanto riguarda Kean l’obbligo di riscatto (fissato a 28 milioni il prossimo anno) al momento pone minori margini di manovra con l’Everton. Per una cessione, occorrerebbe ridiscutere l’accordo con i ‘Toffees’. Situazione complicata che potrà dipanarsi solo nelle prossime settimane.