CMIT TV | Festa: “Ecco come sarà il mercato del Milan”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:45

Alla diretta Twitch della CMIT TV è intervenuto il giornalista de ‘Il Sole 24 Ore’ Carlo Festa. Con lui si è parlato soprattutto della trattativa tra Investcorp ed Elliott per il Milan

Investcorp-Elliott, accordo per il Milan in bilico? Nella diretta Twitch della CMIT TV è intervenuto il giornalista de ‘Il Sole 24 Ore’ Carlo Festa per fare il punto sulla trattativa tra il fondo del Bahrain e quello di Singer per l’acquisto/cessione del club rossonero.

Carlo Festa a CMIT TV

“Cosa sta succedendo tra Investcorp ed Elliott? Questi investitori fanno delle operazioni finanziarie con una struttura complessa – ha risposto Festa – Su 1,2 miliardi di valutazione, una parte Investcorp la mette tramite i propri investitori, un’altra tramite banche o operazione correlate. Le società di calcio, rispetto alle altre, hanno conti molto complicati. Non sono sane, spesso hanno una struttura di costi talmente elevata che tutti i ricavi vengono mangiati. Nel caso del Milan, Investcorp sta cercando la struttura finanziaria adatta a completare l’operazione. Spero per i tifosi del Milan che non sia troppo caricata di debito”.

“Accordo vicino? Per un’operazione di acquisizione di qualsiasi società, fino a quando non c’è il signing non si può dire che sia arrivata in porto. Le parti hanno lavorato in modo intenso per settimane, poi una serie di fattori – tra cui la struttura finanziaria e la richiesta di 320 milioni fatta da Yonghong Li al fondo Elliott – ha fatto slittare l’accordo che poteva arrivare già la scorsa settimana”.

CALCIOMERCATO MILAN CON INVESTCORP – “Che campagna acquisti mi aspetto? E’ bene dirlo, nel calcio attuale chi può investire 1 miliardo di euro in acquisto di giocatori sono soltanto quei gruppi di azionisti che non hanno vincoli. Ovvero i fondi sovrani, i proprietari di Psg e Manchester City… Per tutti gli altri diventa molto difficile. Per cui mi aspetto che investa più di Elliott ma non quanto altri gruppi finanziari che sono entrati nel mondo del calcio in maniera più ‘allegra’.

In conclusione, Festa si è espresso anche sul futuro societario dell’Inter: “La trattativa con Bc Partners era cosa ben diversa di quella del Milan, che è molto più concreta. Con questi bilanci che l’Inter ha, bisogna vedere se in futuro, quando ci saranno delle scadenze finanziarie, la famiglia Zhang riuscirà a rispettarle. Nella fattispecie quelle con il fondo Oaktree. Ricordiamo che dalla Cina non arrivano più soldi in Europa e questo credo che alla lunga conterà molto sulle scelte della famiglia di Zhang. Prima o poi dovrà uscire dall’Inter”.