CMIT TV | Accuse Mourinho a Di Bello, Gavillucci: “Vuole mettere pressione sull’Inter”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:30

L’arbitro Claudio Gavillucci è intervenuto alla nostra CMIT TV per parlare di Jose Mourinho e delle polemiche dopo Napoli-Roma

Napoli-Roma è la partita che probabilmente ha chiuso le speranze scudetto dei partenopei. Gli azzurri guidati da Luciano Spalletti si sono resi protagonisti di una delle peggiori prestazioni in stagione, soprattutto nel secondo tempo.

Napoli Roma Mourinho Di Bello
Claudio Gavillucci alla CMIT TV

I giallorossi si sono mostrati nettamente superiori nella ripresa, agguantando poi il pareggio nei minuti di recupero con El Shaarawy e rischiando addirittura di ribaltare il risultato. La gara, inoltre, è stata caratterizzata da più di una decisione arbitrale che ha fatto non poco discutere durante e dopo il match. Nel post, poi, lo sfogo di José Mourinho nei confronti dell’arbitro Di Bello. Lo Special One, visibilmente innervosito a causa del rigore non dato su Zaniolo e il mancato giallo sul primo intervento di Zanoli, ha accusato il direttore di gara di avergli tolto il diritto di vincere. Sull’argomento è intervenuto alla nostra CMIT TV, sul canale Twitch di Calciomercato.it, l’arbitro Claudio Gavillucci, che ha commentato le parole d’accusa del mister portoghese e detto la sua sulla prestazione di Di Bello: “Ormai lo dovremmo sapere tutti quanti, è il suo marchio di fabbrica. Utilizza la comunicazione a suo modo e punta a mettere pressione per il match successivo (Inter in questo caso, ndr), perché di recriminare ha ben poco. Non possiamo dire che Di Bello abbia fatto una pessima prestazione“.

Mourinho contro Di Bello, Gavillucci: “Il rigore su Zaniolo non può essere fischiato”

Napoli Roma Mourinho Di Bello
Mourinho © LaPresse

Gavillucci si è anche espresso sul discusso episodio avvenuto in area tra Zaniolo e Meret: “Quel rigore non può essere fischiato. È una classica dinamica che fa parte del gioco del calcio“. Dunque nessun dubbio per Gavillucci, corretta la decisione di Di Bello di non assegnare il penalty ai capitolini.

Infine, un commento sulla possibile influenza in negativo degli arbitri sulla corsa scudetto: “Spero pochissimo. Lo spero per la mia categoria, per i tifosi e per le società. Perché la funzione dell’arbitro non è quella di incidere negativamente sulle partite, bensì positivamente“.