CMIT TV | Inter, è tutto vero: “Scambio fatto con Brozovic”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:30

Da Paredes a Brozovic passando per il ritorno di Lukaku: le ultimissime di calciomercato Inter nella diretta Twitch della CMIT TV

Tanta Inter nella diretta Twitch della CMIT TV. Dal ritorno di Lukaku a Dybala passando per Paredes e Brozovic: ecco l’intervento completo del collega de ‘La Gazzetta dello Sport’, Vincenzo D’Angelo.

Marcelo Brozovic ©LaPresse

DYBALA E PAREDES – “E’ sicuramente una traccia, poi vedremo se l’Inter riuscirà a concludere tutte e due le operazioni. Sono giocatori che si sposano bene con il progetto Inter, sempre attenta ai colpi a zero. Di Dybala se ne è sempre parlato nel caso in cui non fosse arrivato il rinnovo. L’Inter ci sta pensando seriamente. Tra Beppe Marotta e Paulo Dybala c’è una conoscenza di vecchia data; la ‘Joya’ completerebbe le caratteristiche dell’attacco nerazzurro”.

PAREDES PER BROZOVIC – “Anche Leandro Paredes è un vecchio pallino di Marotta ma dell’Inter in generale. Da quando è arrivato in Italia e alla Roma. Ci fu anche uno scambio ad un passo dalla chiusura con Brozovic due stagioni fa. Il PSG fece una corte importante a Brozovic, poi è saltato negli ultimi giorni di mercato per una questione economica. L’Inter non poteva spendere più di quanto avrebbe guadagnato. Paredes ora potrebbe giocare accanto a Brozovic, ma anche al posto di Brozovic che forse è quello che è mancato quest’anno ai nerazzurri”.

LUKAKU – “Cosa è cambiato da dicembre a oggi per il ritorno? E’ cambiata in peggio per Romelu Lukaku la sua posizione al Chelsea. Per il malumore che ha creato la sua intervista nei vertici del club, dopo quanto hanno speso i Blues per arrivare a lui. Che il feeling con Tuchel non sia esploso l’abbiamo visto in questi mesi. E’ vero che ha qualche acciacco, ma sembra che sia uscito dall’undici titolare. Sicuramente è un’operazione che l’Inter potrà fare solo in caso di prestito: dopo quanto ha incassato è impensabile che i nerazzurri potranno investire una cifra a tre zeri. Non riesco a immaginare un’operazione a titolo definitivo. Serve, quindi, un’apertura al prestito e l’Inter un tentativo potrebbe farlo. Anche perché lui ha a cuore Milano e l’Inter”.