Cristiano Ronaldo snobbato: ecco cosa sta succedendo

Cristiano Ronaldo vive un momento molto complicato allo United e il futuro è incerto: il portoghese sarebbe stato ignorato su una decisione imporante

È senza dubbio il momento peggiore della carriera di Cristiano Ronaldo. Il portoghese è molto nervoso e insoddisfatto, come dimostra ampiamente il bruttissimo gesto nei confronti del tifoso avversario dopo l’amara sconfitta sul campo dell’Everton. CR7 rischia fortemente di non qualificarsi alla prossima Champions League.

Manchester United Ronaldo ten Hag
Cristiano Ronaldo © LaPresse

La classifica parla chiaro: il quarto posto, attualmente occupato dal Tottenham (57 punti), dista ben 6 lunghezze a 7 giornate dalla chiusura. Insomma, situazione tutt’altro che felice. Non a caso, si rincorrono da tempo le voci su un possibile addio del campione di Madeira ai ‘Red Devils’ durante il calciomercato estivo. La stagione che verrà sarà presumibilmente l’ultima occasione e il fuoriclasse, che ha compiuto 37 anni lo scorso 5 febbraio, desidera ancora essere protagonista in Europa, cercando magari di vincere qualche altro trofeo. Anche se resta da tenere in considerazione un eventuale trasferimento in America, tappa frequente dei grandi nomi giunti quasi al capolinea delle loro gloriose avventure calcistiche. È chiaro come la permanenza di Ronaldo in quel di Manchester dipenda molto dalla scelta del nuovo allenatore. Il club, in questo senso, si è già mosso da parecchio, con mister Rangnick che a breve lascerà l’incarico.

Cristiano Ronaldo snobbato dallo United per la panchina

Manchester United ten Hag Ronaldo
Cristiano Ronaldo © LaPresse

Per quanto riguarda il successore, gli inglesi hanno già praticamente chiuso per Erik ten Hag dell’Ajax. Ma il profilo in questione divide lo spogliatoio, poiché la maggior parte della squadra avrebbe preferito Mauricio Pochettino, il quale se ne andrà dal PSG a meno di sorprese. Stando a quanto riferisce il ‘Manchestereveningnews’, inoltre, la società avrebbe deciso autonomamente di puntare sull’olandese, senza consultarsi prima con Ronaldo, che preferiva in assoluto Zidane, e il resto dei compagni.

CR7 mesi fa aveva posto il veto per l’arrivo di Conte e il suo potente procuratore, Jorge Mendes, raccomandò allo United Julen Lopetegui dopo l’esonero di Solskjaer. Per il futuro dell’asso portoghese la scelta del tecnico è determinante. Di fronte a tale trattamento, Ronaldo potrebbe convincersi definitivamente a cambiare aria.