Calciomercato Inter, non solo Gosens: colpo per Inzaghi | Si taglia lo stipendio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:59

Inter scatenata in questa fase del calciomercato: dopo il probabile arrivo di Gosens, i nerazzurri sono pronti a chiudere un’altra trattativa 

A meno di una settimana dalla chiusura della finestra invernale di calciomercato, l’Inter potrebbe piazzare un altro colpo importante per la stagione e per Simone Inzaghi. Con la trattativa per Robin Gosens, esterno dell’Atalanta, in dirittura d’arrivo, la dirigenza dei nerazzurri è pronta per regalare un altro calciatore al mister.

Calciomercato Inter, non solo Gosens: colpo per Inzaghi | Si taglia lo stipendio
Inzaghi ©LaPresse

E si tratta di una vecchia conoscenza dell’allenatore piacentino: Felipe Caicedo. L’attaccante ex Lazio, da questa stagione al Genoa – in cui non ha trovato lo spazio atteso -, potrebbe quindi riabbracciare Inzaghi già da venerdì, quando presumibilmente arriverà ad Appiano Gentile per incontrare i suoi nuovi compagni. Corteggiato già in estate dall’Inter, che gli ha preferito Martin Satriano – volato in prestito, ora, al Brest -, l’ecuadoriano è tornato a essere un obiettivo dei nerazzurri dopo l’infortunio di Joaquin Correa nella gara contro l’Empoli degli ottavi di Coppa Italia. Il problema dell’argentino, infatti, lo terrà lontano dal campo per almeno tre settimane e da qui l’accelerazione sul fronte nuovo attaccante.

Calciomercato Inter, ecco il nuovo bomber: Caicedo arriva e taglia lo stipendio

Calciomercato Inter, ecco il nuovo bomber: Caicedo arriva e taglia lo stipendio
Caicedo ©LaPresse

Caicedo al Genoa ha un ingaggio di 2,5 milioni a stagione e un contratto che scade nel 2024. Per l’occasione, però, si ridurrà lo stipendio: poco meno di un milione per lui fino a giugno. Arriverà a Milano con la formula del prestito secco. L’operazione con il Genoa, portata avanti mentre si chiudeva anche per Gosens, è stata ulteriormente favorita dall’agente del giocatore, Matteo Materazzi, e dalla volontà dello stesso giocatore di tornare alla corte dell’allenatore con cui è stato indispensabile alla Lazio.

Partito quasi mai titolare, la prima punta classe ’88 (34 anni a settembre) si è sempre fatto trovare pronto da Inzaghi quando è stato chiamato a sostituire in corso d’opera Ciro Immobile. Per il piacentino, dunque, si tratta di un ‘usato garantito’, e un grande aiuto nella volata per lo scudetto dell’Inter, specie ora che anche la Juventus ha deciso di puntare su Dusan Vlahovic.