Juventus, caos Szczesny: “Dovrebbero chiedergli i danni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:27

Tiene banco il caso Szczesny, sprovvisto di Green Pass per la finale di Supercoppa Italiana tra Juventus e Inter: “Ha messo in crisi il club”

È un momento delicato per i bianconeri, con Massimiliano Allegri che è chiamato a gestire diverse situazioni complicate: in primis l’infortunio di Chiesa, ma anche il caso Szczesny.

Juventus, caos Szczesny: "Dovrebbero chiedergli i danni"
Szczesny e Locatelli a confronto ©LaPresse

Il portiere polacco non era vaccinato e ha iniziato solamente ieri il ciclo vaccinale, questo non gli ha permesso di viaggiare con la squadra o di cambiarsi negli spogliatoi con i compagni. Motivo per cui Massimiliano Allegri questa sera, per la finale di Supercoppa italiana, schiererà dal primo minuto Mattia Perin. Dopo una prestazione ‘monstre’ contro la Roma, quindi, la Juventus non potrà contare su Szczesny per fronteggiare l’Inter. Nuove critiche pesanti sul numero ‘1’ bianconero.

LEGGI ANCHE >>>CM.IT | Calciomercato Juve e Bologna, Monchi in pressing per il colpo mancino

Caso Szczesny, Ravezzani consiglia la Juventus: “Dovrebbe chiedere i danni”

Szczesny ©LaPresse

Sul proprio profilo ‘Twitter’ il direttore Fabio Ravezzani ha commentato quanto sta succedendo a Torino con Szczesny, che con la sua scelta di non vaccinarsi fino ad ora mette la Juventus in una situazione di difficoltà. “Dunque Szczesny decide di vaccinarsi all’ultimo e crea enormi problemi alla Juve per le prossime settimane. Essendo lui un professionista che lavora in un gruppo, mette in crisi tutta la squadra e il club che, a mio avviso, dovrebbe chiedergli i danni”.

Una richiesta di danni, questa uno dei provvedimenti che la società piemontese dovrebbe prendere nei confronti del portiere polacco secondo Ravezzani. In effetti, la Juventus questa sera non schiererà il portiere titolare per un problema che poteva essere evitato e che è imputabile solamente a Szczesny. In ogni caso, questa rappresenterà una grande occasione per Mattia Perin per convincere tifosi e società di poter ricoprire un ruolo più importante nel progetto bianconero.