CMIT TV | Juventus, Gamba: “Chiesa rimpiazzabile. Icardi un controsenso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:50

La Juventus perde Federico Chiesa. Dalle strategie sul mercato alla questione attaccante: Emanuele Gamba a CMIT TV

La Juventus perde Chiesa fino al termine della stagione. L’esito degli esami strumentali è stato il peggiore possibile: l’esterno sarà costretto ad un lunghissimo stop e si rivedrà solo nella prossima stagione.

CMIT TV | Juventus, Gamba: "Chiesa rimpiazzabile. Icardi un controsenso"
Gamba a CMIT TV

A CMIT TV è intervenuto Emanuele Gamba de ‘La Repubblica’ per fare il punto sul calciomercato bianconero. Ecco le sue dichiarazioni.

SOSTITUTO CHIESA – “La Juventus non ha la possibilità di acquistare un sostituto di Chiesa sul mercato. L’alternativa a questo punto diventa Kulusevski, per il quale si era interessato il Siviglia, ma solo in prestito e la Juve a quelle condizioni non lo avrebbe ceduto. Con Kulusevski si può cercare di trovare una quadratura tattica più consona, per ovviare a quella che è un’assenza pesante”.

ATTACCO – “Quello di centravanti della Juventus è un mestieraccio, con 4-5 palle giocabili a partita. La figura di Kean va preservata, è l’unico ad avere una buona media gol/partite giocate. Quanto a Morata, non ha senso privarsene dovendo poi cercare un sostituto di livello con tutte le difficoltà del mercato di gennaio. La Juventus di fatto non può spendere un centesimo, qualsiasi operazione anche a livello di monte salariale andrebbe fatta col bilancino. Morata alla Juve si è sempre trovato bene, se dovesse rimanere non è il tipo da tradire la causa e si impegnerebbe fino alla fine. Su Icardi, riflettiamo: avrebbe senso prendere un giocatore che già normalmente non influisce sulla manovra? Quanti palloni toccherebbe nella Juve di adesso?”.

CHIESA RIMPIAZZABILE – “Fino al 3-1 la Juventus stava giocando la peggior partita della stagione. In quel momento aveva toccato il fondo, la stagione era di fatto finita. Se deve scattare qualcosa è la partita giusta. Chiesa per quanto bravo sia è comunque un giocatore rimpiazzabile nella Juve. Nel suo ruolo si può sfruttare Kulusevski, Kean può giocare anche esterno. Non c’è un’emergenza vera e propria. È un problema rimediabile il ko di Chiesa, non lo sarebbe stato la sconfitta di ieri”.

PAROLE ARRIVABENE – “Credo che non siano riferite a Dybala, ma principalmente a de Ligt e in secondo piano a Ramsey. Dybala ha dimostrato sempre attaccamento alla Juve, ha sempre rifiutato la cessione. Questo si può definire attaccamento, e il procuratore è uno di famiglia. Il ritardo sul rinnovo è comunque strano. Da quello che mi risulta è stato tutto rinviato alla metà di febbraio, dopo il CdA Juve, che stabilirà le linee guida sul mercato. A quel punto si lavorerà sui contratti, c’è anche quello di Cuadrado, Bernardeschi e Perin. A Dybala è stato garantito che gli accordi già raggiunti verranno confermati. Solo da Arrivabene c’è qualche perplessità in più in relazione ai soldi che sarebbero destinati al giocatore, ma non arrivano segnali di rottura”.