Napoli-Sampdoria, Spalletti: “Gara tosta. Addio Insigne? Rispondo così”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:53

Luciano Spalletti ha parlato nel post partita di Napoli-Sampdoria, dopo il successo di misura degli azzurri: commento su Insigne

Il Napoli è tornato a vincere e lo ha fatto tra le mura del Maradona, lì dove quest’anno erano arrivati alcuni risultati non all’altezza. La squadra partenopea ha superato di misura (1-0) la Sampdoria di D’Aversa grazie ad un gol in rovesciata di Petagna, prendendosi tre punti importanti.

Napoli Sampdoria Insigne Spalletti
Spalletti © LaPresse

Il tecnico Luciano Spalletti, di nuovo in panchina dopo essere guarito dal Covid, ha commentato il successo ottenuto a ‘Dazn’: “Sono contento per la squadra, si viene da un momento particolare dove in casa abbiamo lasciato tanta roba dietro e non possiamo più fallire. Quando te ne succede più di una ti adatti a quella situazione e avere la reazione forte è sempre difficile, è stato un gol liberatorio quello di oggi“.

PARTITA:Non era facile, la Sampdoria si è presentata con un comportamento abbastanza difensivo e compatto, trovare gli spazi non è mai facile. Abbiamo fatto una buona partita, abbiamo sempre costruito facendo vedere una discreta qaulità fino al limite dell’area creando presupposti importanti. Poi c’era da far bene questa marcatura preventiva sulla loro riconquista, sono stati bravissimi“.

LEGGI ANCHE>>> La Juventus stende la Roma 3-4, finale col brivido: ok lo Spezia

Napoli-Sampdoria, Spalletti: “Insigne? I tifosi conoscono l’uomo. Importante averlo con noi fino alla fine”

Napoli Sampdoria Insigne Spalletti
Insigne © LaPresse

INSIGNE:I tifosi del Napoli sanno valutare il comportamento di un calciatore, hanno avuto tanti anni per testare l’uomo Insigne. Per noi è un calciatore importante, anche oggi non avevamo grandi sostituzioni per il reparto offensivo e averlo con noi da qui alla fine del campionato ci può dare una mano fondamentale“.

LEGGI ANCHE>>> Roma-Juventus, Landucci: “Ci abbiamo creduto. Chiesa e Bonucci con l’Inter? Vi spiego”

LOBOTKA:Quasi insostituibile ora? Sono d’accordo, è un giocatore fantastico. Può diventare il Jorginho del Napoli, ogni tanto rigioca dietrio anche quando si può girare, ma quando inverte il senso di corsa e porta palla ti spacca in due“.