CM.IT | Super green pass e obbligo vaccinale per i giocatori: ecco cosa sta succedendo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:16

La Serie A e l’intero mondo del calcio attendono nuove specifiche sull’obbligo vaccinale per i calciatori e gli operatori negli stadi

L’aumento dei casi di positività al Covid spinge il Governo a ulteriori misure per contrastare la nuova ondata. Al vaglio ci sarebbe anche l’idea di rendere obbligatorio il Super Green Pass dal 1 febbraio così da mettere tutti nelle condizioni di vaccinarsi o di renderlo obbligatorio per ogni sport di squadra e di contatto. Anche il mondo del calcio, che pure ha visto una grande impennata di casi negli ultimi giorni, segue la questione con grande interesse.

Pallone della Serie A ©LaPresse

Come appreso da Calciomercato.it attraverso fonti federali, si attendono specifiche sul decreto che obbligherà tutti i lavoratori, calciatori e giornalisti compresi, ad essere vaccinati per poter operare dal 1 febbraio. Il decreto attualmente in vigore, infatti, lascia spazio ad alcune interpretazioni: servirebbe dunque una nuova specifica per evitare possibili cause da parte dei giocatori.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, il Covid non si ferma | Da Dzeko a Chiellini, tutti i calciatori positivi

Super green pass e obbligo vaccinale per i giocatori: le ultime

Serie A, il Covid non si ferma | Da Dzeko a Chiellini, tutti i calciatori positivi
Allianz Stadium © LaPresse

In ogni caso, come appreso dalla nostra redazione, è in programma l’ampliamento della platea dei lavoratori obbligati a vaccinarsi per lavorare. Per cui il caso dovrebbe chiudersi.

LEGGI ANCHE >>> Allerta Covid, bomba su Juventus-Napoli: “Serie A sotto schiaffo”

Il mondo del calcio attende che l’obbligo di vaccino sia esteso a tutti i lavoratori o specificato ancora di più per atleti professionisti e chiunque svolga un lavoro nello stesso luogo. Ad oggi, infatti, se un calciatore decidesse di rivolgersi ad un tribunale, con il decreto in vigore, vincerebbe sicuramente il contenzioso. Sarebbe infatti fin troppo facile dimostrare che altre categorie di lavoratori accedano nello stesso luogo senza essere vaccinati.