“Totale mancanza di rispetto”: l’annuncio definitivo di Barone su Vlahovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:11

Joe Barone è tornato a parlare di Dusan Vlahovic dopo l’intervista rilasciata dall’attaccante della Fiorentina. L’annuncio del dirigente viola

Nessuna riconciliazione tra la Fiorentina e Dusan Vlahovic rispetto all’apertura di ieri da parte dell’attaccante serbo.

"Totale mancanza di rispetto": l'annuncio definitivo di Barone su Vlahovic
Rocco Commisso e Joe Barone © LaPresse

Questa mattina Joe Barone è intervenuto in conferenza stampa parlando così della situazione Vlahovic: “Vado diretto, non si vuole mai illudere la tifoseria e la città. L’intervista non è stata concordata e autorizzata dalla società, come ad esempio ha fatto Lukaku recentemente. Per quanto ci ha detto l’agente non ci sono state aperture o scenari diversi nelle ultime settimane: c’è stato a fine novembre anche un incontro tra Commisso e Ristic, dove le richieste sono state quasi raddoppiate rispetto alla nostra proposta iniziale. Con una totale mancanza di rispetto verso la società. È un dettaglio che esce fuori oggi per la prima volta. Non c’è stato nessun passo in avanti, stiamo parlando di una trattativa su cui lavoriamo da un anno. Noi abbiamo aumentato continuamente le nostre offerte, ma loro hanno aumentato drasticamente le loro richieste. Sull’ingaggio e soprattutto sulle commissioni dell’agente”.

Calciomercato Juventus, l’annuncio di Barone su Vlahovic

"Totale mancanza di rispetto": l'annuncio definitivo di Barone su Vlahovic
Dusan Vlahovic © LaPresse

Vlahovic, in ogni caso, non si muoverà a gennaio e la Juventus e le altre big sono alla finestra in vista del calciomercato estivo. Questo le dichiarazioni di Barone: “Su Vlahovic ci ricordiamo di Moena, quando diceva ai tifosi che voleva firmare. Tutti ci abbiamo creduto, compreso me, Rocco e Pradè. Non è facile, si vorrebbe chiarezza su Dusan e su quello che intende fare. Ma le trattative si devono fare in tre: la Fiorentina, la squadra interessata e il giocatore e il suo entourage”.

“Rocco è stato qui ma non ha avuto la possibilità di parlare con Dusan – ha concluso il dirigente viola – Quando ci parliamo io o Pradè ci dice di parlare con l’agente, che lui si occupa solo di far bene sul campo. Ma con il suo agente siamo rimasti a dove eravamo il 5 ottobre: vogliamo chiarezza da parte del giocatore e degli agenti. Quali sono le intenzioni, per gennaio o durante l’estate. Punto e basta”.