Cessione Salernitana, la FIGC ha deciso: cosa cambia in Serie A

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:44

Cessione Salernitana, arriva la decisione da parte della FIGC: come possono cambiare le cose in Serie A

Piove sul bagnato in casa Salernitana. Oltre al discorso legato alle positività al Covid con la squadra che non è partita per la trasferta di Udine, il Consiglio Federale straordinario della Figc si è riunito nella mattinata di martedì per valutare la possibilità di prolungare la scadenza del prossimo 31 dicembre, entro la quale il club campano dovrebbe necessariamente cambiare proprietà.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, gara a rischio | È UFFICIALE: niente trasferta, chiesto il rinvio

Cessione Salernitana, decisione della FIGC
Stefano Colantuono © LaPresse

La situazione però non sembra sorridere al club amaranto: “Abbiamo preso atto della situazione, ma c’è un iter in corso che entra nella fase decisiva. C’è una scadenza al 31 dicembre e non c’è possibilità di intervento in questo momento” ha commentato Giancarlo Abete, commissario straordinario della Lega Nazionale Dilettanti. “Ci dovranno essere degli offerenti e ci sarà una valutazione da parte del trust se accettare o meno l’eventuale offerta – ha aggiunto Abete – Se non ci dovessero essere offerte? Verrà fatta una valutazione, ma fino al 31 dicembre l’iter non può essere modificato. Non c’è nessuna delibera innovativa e sarebbe impropria qualunque tipo di modifica”.

Futuro Salernitana, Ulivieri pessimista

Del futuro della Salernitana ha parlato anche Renzo Ulivieri, consigliere federale: “La Federazione ha preso l’unica decisione che poteva prendere, quella di aspettare il 31 dicembre e vedere se ci saranno offerte, poi si faranno le valutazioni. Capisco le preoccupazioni dei tifosi della Salernitana, però ci sono norme e accordi scritti e da queste non si può derogare”.

LEGGI ANCHE >>> Udinese-Salernitana, caos Serie A: ecco cosa sta succedendo

Cessione Salernitana, decisione della FIGC
Renzo Ulivieri © LaPresse

Nessuna cessione in questi mesi, difficile che si possa concretizzare in una settimana o poco più: “Ci sono anche i miracoli. Noi speriamo possa succedere. La volontà è chiaramente quella di concludere il campionato così, ma non può esserci la proroga, speriamo ci siano l’acquisto o la proposta d’acquisto. La FIGC non può prendere in mano la situazione” ha affermato Ulivieri. Per la Serie A, dunque, il rischio di un girone di ritorno a 19 squadre può essere davvero molto elevato.