Emergenza totale, UFFICIALE: altri quattro positivi al Covid

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:06

E’ emergenza totale per il Covid: altri quattro calciatori sono risultati positivi, la conferma ufficiale del club

La squadra è attualmente in campo ma alcuni big non ci sono. Colpa del Covid che è tornato ad abbattersi in maniera pesante sul mondo del calcio. A farne le spese è soprattutto la Premier League e in questo caso il Chelsea.

Stadio
Stadio © LaPresse

Per la gara in corso contro l’Everton Tuchel ha dovuto fare a meno di tre calciatori, oltre a Ben Chilwell, già infortunato e risultato anche lui contagiato. Fuori causa, come annunciato dallo stesso tecnico tedesco Callum Hudson-Odoi, Timo Werner e Romelu Lukaku, mentre per Havertz, anche lui fuori causa, si attende la conferma del test molecolare.

“Kai non si sente bene – ha affermato Tuchel nell’immediata vigilia del match – ma aspettiamo i risultati del test. Abbiamo comunque deciso di non farlo giocare”. Lo stesso allenatore non ha voluto parlare del rinvio del match, spiegando che ad occuparsi di queste vicende sono i dirigenti del club.

LEGGI ANCHE >>> La big ora trema, UFFICIALE: cinque positivi al COVID

Chelsea, quattro positivi al Covid: è emergenza in Premier

Lukaku
Lukaku © LaPresse

Si conferma quindi un momento particolarmente delicato per la Premier League che conta diverse partite rinviate proprio a causa dei tanti contagi Covid. Il Tottenham non giocherà contro il Leicester, ad esempio, ed è stata posticipata anche la gara del Manchester United. Una situazione che non tocca soltanto gli inglesi. E’ notizia di oggi la positività di altri quattro calciatori del Real Madrid (Bale, Lunin, Rodrygo e Asensio, oltre a Davide Ancelotti).

Una recrudescenza forse inattesa ma in linea con quel che accade all’infuori del sistema calcio. Al momento le competizioni vanno avanti ma – soprattutto in Inghilterra – sono tornate le voci su una possibile sospensione delle competizioni visto il numero elevato di casi. La Premier League per adesso ha deciso di continuare con una presa di posizione ufficiale in cui conferma il massimo impegno a preservare la salute degli atleti.