VIDEO CM.IT | L’Inter e la trattativa con Pif: ecco come stanno le cose

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:12

La trattativa per l’acquisto dell’Inter da parte di Pif. Gli ultimi sviluppi sul futuro societario e le prospettive per i nerazzurri

“La trattativa va avanti e si può chiudere presto”, firmato Filippo Grassia a CMIT TV. Nuovi spifferi per giocare con l’acronomico del Public investmend fund (Pif), il fondo sovrano dell’Arabia Saudita, uno dei più facoltosi al mondo, conosciuto in Italia, da qualche settimana, perché accostato all’Inter da turisti del web e da fonti autorevoli che autorizzano i sogni.

Tra i prudenti e gli amanti del brivido, dell’annuncio ad effetto anche a costo di rimediare figuracce, si sistemano i dubbi di tifosi confusi, cinici o sognatori, che si domandano: ma a chi dobbiamo credere per non restare delusi? A ottobre ci si affidava alle parole di Beppe Marotta: “Nulla di concreto, Zhang mi ha rassicurato sulla sua permanenza“.

Tra le prime dichiarazioni ufficiali oltre quelle nerazzurre, siamo a metà novembre, dopo che la data fatidica del 19 novembre è già stata sdoganata, c’è il CEO di Capital Partners, società che detiene il 10% del Newcastle: Pif è stato interessato all’Inter ma la Serie A è un disastro”. Tutti contenti, la voce era fondata così come le smentite di chi predicava prudenza. Ma le indiscrezioni erano arrivate già prima, a Calciomercato.it Damiano Er Faina aveva parlato di pre-contratto per la cessione, specificando che non c’era alcun accordo e nessuna stretta di mano, semplicemente un viatico per andare avanti a piccoli passi.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, rescissione Eriksen | Data e nuovo club svelati

L’Inter e la trattativa con Pif: gli scenari

L'Inter e la trattativa con Pif: gli scenari
Zhang © LaPresse

È sempre stato prudente sulla vicenda Fabrizio Biasin, nostro ospite nelle dirette social, ribadendo, dopo attente verifiche, che all’orizzonte difficilmente qualcosa sarebbe accaduto ma nel lungo periodo una cessione era da mettere in conto, cessione che non avrebbe significato milioni da spendere sul mercato per Messi e Mbappé. Quando il campo, col primo posto in campionato e gli ottavi di Champions avevano eclissato le voci sul futuro societario, riecco i rumors e un’altra fonte autorevole, Filippo Grassia, noto giornalista ed ex Assessore allo Sport della Regione Lombardia, che rimischia le carte: la trattativa va avanti e ha avuto un accelerata, si può chiudere presto”. il finale non è ancora scritto.