Inter, allarme rientrato dopo la gioia Champions | C’è però un dubbio per Venezia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:05

L’Inter ha staccato il pass per gli ottavi di Champions League e Inzaghi tira un sospiro di sollievo per le condizioni di Calhanoglu 

L’Inter festeggia la qualificazione agli ottavi di Champions League, arrivata a dieci anni di distanza dall’ultima volta grazie al successo per 2-0 contro lo Shakhtar di De Zerbi.

Inter Calhanoglu
Calhanoglu in azione contro lo Shakhtar ©Getty Images

LEGGI ANCHE >>> “Troppa tensione”: Inter-Shakhtar, Inzaghi spiega la sua esultanza

Un risultato mai in discussione a San Siro, con Simone Inzaghi che riesce nell’impresa dove in precedenza avevano fallito Spalletti e soprattutto Conte. Dzeko e Perisic in particolare sugli scudi, ma c’è da sottolineare anche la prestazione positiva di Hakan Calhanoglu nel centrocampo nerazzurro.

Inzaghi tira un sospiro di sollievo per Calhanoglu. Barella riposa contro il Venezia?

Il turco sta trovando fiducia e continuità di rendimento dopo la svolta contro il Milan, riscaldando le gerarchie e sorpassando nuovamente Vidal nello scacchiere di Inzaghi. L’ex rossonero, oltre ad essere un fattore sui calci piazzati, sembra essersi inserito a pieno regime nelle alchimie del mister piacentino e nelle ultime uscite si è anche alternato con Brozovic in cabina di regia.

Simone Inzaghi ©LaPresse

Ieri Calhanoglu ha lasciato il campo a metà ripresa dopo un gesto alla panchina, ma l’allarme è subito rientrato. Solo una botta e un normale stato di affaticamento per il classe ’94 che non si sottoporrà a nessun controllo nelle prossime ore ad Appiano Gentile. Il nazionale turco sarà quindi regolarmente a disposizione di Inzaghi nella gara di Venezia sabato sera: starà poi al tecnico decidere se fargli tirare il fiato, inserendo Vidal in mediana.

L’assetto a centrocampo per la trasferta in Laguna dipenderà anche dalle condizioni di Barella, stanco dopo le tante partite ravvicinate tra Inter e Nazionale e che ha stretto i denti contro lo Shakhtar.