Mancini-Manchester United, tutto vero: la risposta del ct dell’Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:57

Per la panchina del Manchester United conferme sui contatti con Roberto Mancini, che ha già dato la sua risposta

Il Manchester United si è momentaneamente tirato fuori dalle sabbie mobili, almeno in Champions League. Dopo l’esonero di Solskjaer e la promozione di Michael Carrick, i Red Devils sono riusciti ieri a espugnare il campo del Villarreal grazie soprattutto al solito Cristiano Ronaldo, che ha firmato la qualificazione agli ottavi.

mancini roberto manchester united italia
Roberto Mancini © LaPresse

Un pensiero in meno per lo United, che in campionato sta vivendo ormai un periodo di appannamento che dura da parecchio tempo, tanto da portare la dirigenza a un soffertissimo esonero. Uno scenario sempre rinviato, Solskjaer poteva vantare un grosso credito oltre a un legame fortissimo con la piazza e la società, che però non ha più potuto aspettare. Avendo perso Antonio Conte, finito al Tottenham qualche settimana fa, insieme ai nomi attualmente in pole è spuntata addirittura la pista italiana a sorpresa. Oltre a Gattuso, infatti, si è parlato addirittura di Roberto Mancini.

Il Manchester United chiama Mancini: la risposta del ct dell’Italia

mancini roberto manchester united italia
Roberto Mancini © LaPresse

Gli scommettitori infatti hanno quotato la possibilità di un arrivo dell’attuale ct della Nazionale a Old Trafford, con il doppio ruolo appunto di allenatore dell’Italia e del Manchester United. Una puntata che avrebbe pagato 50 volte tanto, la metà di quanto invece pagherebbe l’ipotesi Gattuso. Pochettino e Zidane, insieme a Brendan Rodgers, sono ad ora i manager con più possibilità di arrivare allo United, con il francese unico libero al momento.

La dirigenza sta valutando, non vuole compiere scelte precipitose, ma con grande probabilità non sarà comunque Roberto Mancini – campione d’Inghilterra con i rivali del City – il nuovo allenatore. Come conferma la ‘Bild’, il Manchester avrebbe effettivamente contattato il ct azzurro, che però ha detto ‘No’, dal momento che il suo unico compito e dovere in questi mesi è portare l’Italia al Mondiale.