PAGELLE e TABELLINO Inter-Napoli | Lautaro, gol liberazione! Koulibaly stecca

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:01

Inter-Napoli: pagelle e tabellino del match di San Siro valido per la tredicesima giornata del campionato di Serie A. Rimonta nerazzurra, si sblocca Lautaro Martinez

L’Inter ribalta il Napoli dopo l’iniziale prodezza di Zielinski nel big match di San Siro. Ritorno amaro per Spalletti davanti ai tifosi nerazzurri: il polacco e la pennellata di Mertens non bastano alla capolista per evitare il ko.

Inter Napoli Lautaro Martinez
Lautaro Martinez @LaPresse

Calhanoglu – ancora infallibile dal dischetto – e Perisic rimettono in carreggiata l’Inter che nella ripresa trova anche il gol liberatorio di Lautaro Martinez. Nel finale il neo-entrato Mertens ridà fiato ai partenopei ma la squadra di Inzaghi regge e accorcia il distacco dalla vetta della classifica. Brozovic solita garanzia in mediana, serata da dimenticare invece nell’undici ospite per Koulibaly.

LEGGI ANCHE >>> Primo tempo Inter-Napoli, voti e tabellino | Zielinski totale, Lautaro non si sblocca

Le pagelle di Inter-Napoli: Brozovic trascinante, Zielinski non basta

Inter Napoli Koulibaly Lautaro
Koulibaly e Lautaro ©LaPresse

INTER

Handanovic 6,5 – Può far poco sul potente destro di Zielinski, un po’ fuori posizione invece sulla pennellata di Mertens. Reattivo sulla zampata di Osimehn e nel recupero è decisivo su Mario Rui.

Skriniar 6,5 – Sul gol di Zielinski concede troppo spazio all’avanzata di Insigne. Si riscatta con gli interessi nella ripresa, salvando sulla linea il rasoterra di Lozano prima del tris nerazzurro firmato da Lautaro.

Ranocchia 6,5 – Risponde presente ancora una volta come vice de Vrij. Tiene testa a Osimhen, mentre ha vita facile con lo spento Petagna.

Bastoni 5,5 – Soffre e non poco i guizzi di Lozano. Il messicano lo mette alle strette ma non crolla.

Darmian 6,5 – Sfrutta a dovere le falle di Mario Rui. Spinge sulla destra e partecipa all’azione dal quale nasce il rigore nerazzurro.

Barella 6,5 – Mezzo punto in meno per come si fa soffiare palla sulla prima rete del Napoli. Per il resto solita prova a tutto tondo senza risparmiarsi mai. Dalla sua conclusione volante scaturisce il penalty per l’Inter  (76′ Dimarco 6 – In campo per serrare le fila e difendere il risultato).

Brozovic 7 – Intercetta, dispensa palloni e corre da maratoneta. E’ il primo a suonare la carica nel momento di difficoltà, autentico trascinatore in mediana. Marotta deve sbrigarsi: serve blindarlo col rinnovo di contratto.

Calhanoglu 7 – Freddo sul rigore e nel vivo della manovra. Mette a referto anche l’assist su corner per la zuccata di Perisic. In crescendo l’ex Milan dopo aver preso fiducia con l’ottima prestazione nel derby (62′ Vidal 5,5 – Dovrebbe dar di più, non incide con il suo ingresso).

Perisic 7 – Prima parte senza grossi squilli, poi la zuccata vincente che completa la rimonta della squadra di Inzaghi. Stavolta non eccelle ma è comunque un fattore per i nerazzurri (88′ Satriano sv).

Correa 6,5 – Un po’ discontinuo nel primo tempo, però dà la sensazione di poter far male quando prende palla. E lo dimostra nella lunga fuga che consegna al connazionale Lautaro l’assist del 3-1 (62′ Dzeko 5,5 – Dovrebbe tenere palla per far respirare la squadra e non sempre ci riesce. Brutto scontro con Ospina: chiude la gara con la testa fasciata e rischia il secondo giallo).

Lautaro Martinez 6,5 – Primo tempo anonimo, dove pasticcia in diverse occasioni. Si sblocca finalmente nella ripresa e chiede scusa ai tifosi interisti per l’attesa. Una liberazione il destro da biliardo che consente all’Inter l’allungo decisivo (76′ Gagliardini 5,5 – Fatica a reggere i ritmi nell’infuocato finale).

All. Inzaghi 7 – L’Inter parte a rilento, in difficoltà sul palleggio del Napoli. Il gol di Zielisnki sveglia i nerazzurri che la ribaltano con carattere e idee. I nerazzurri tornano a soffrire nel finale ma reggono: tre punti di fondamentale importanza per avvicinare la coppia Napoli-Milan, adesso a -4 in classifica.

NAPOLI

Ospina 5 – Riflessi pronti su Barella e Lautaro. L’incertezza sul raddoppio di Perisic è però grave.

Di Lorenzo 6 – Prestazione solida: risponde sempre presente, Napoli o Nazionale che sia.

Rrahmani 5 – Si becca i rimproveri di Spalletti per alcune letture sbagliate. Non dà la necessaria sicurezza.

Koulibaly 5 – Braccio troppo aperto sul destro di Barella: un errore non da lui e che costa caro al Napoli. Serataccia.

Mario Rui 5,5 – L’Inter crea le maggiori occasioni dalle sue parti. Si fa saltare con troppa facilità quando viene puntato. Nel finale ha l’occasione del 3-3 ma di testa non riesce a bucare Handanovic.

Anguissa 6 – Fisico e corsa sempre preziosi in mediana. Aziona un bel contropiede nel primo tempo che non viene sfruttato a dovere.

Fabian Ruiz 5,5 – Molle e compassato in cabina di regia. Tocca tanti palloni ma non riesce a velocizzare a dovere la manovra.

Zielinski 7 – Uomo totale di Spalletti. Rifinisce e buca con un destro potente e preciso Handanovic. Da mezzala o trequartista fa sempre la giocata giusta.

Lozano 6.5 – Parte a rilento, poi si accende e sono guai per Bastoni. I suoi guizzi danno fastidio alla difesa nerazzurra: frizzante dopo le polemiche sul futuro nate dal ritiro del Messico (75′ Elmas 6 -Forze fresche nell’assalto finale).

Osimhen 5,5 – Partecipa alla rete di Zielinski e impegna Handanovic sfiorando il nuovo vantaggio. Ad inizio ripresa è costretto al cambio dopo un durissimo scontro aereo con Skriniar, dove ha la peggio. Ma non aveva dato l’impressione di essere dominante come al solito (54′ Petagna 5 – Lento e impacciato. Fa sentire l’assenza del compagno nigeriano).

Insigne 6 – Ricama e dà imprevedibilità sulla sinistra. Regala una palla felpata a Zielinski sul vantaggio del Napoli. Si spegne però troppo presto (75′ Mertens 6,5 – Appena entrato esce dal cilindro una magia che ridà fiato al Napoli. Ad un passo nel recupero dal clamoroso pareggio).

All. Spalletti 5,5 – Infausto il ritorno da ex a San Siro, quasi tra l’indifferenza della curva e dei tifosi nerazzurri. Il Napoli parte bene ma poi lascia troppo campo all’Inter. Tardive le sostituzioni e l’ingresso di Mertens. Occasione sprecata dopo il ko del Milan a Firenze.

Arbitro: Valeri 5 – Non vede il braccio largo sul rigore di Koulibaly e la verifica al VAR lo salva. Fatica a gestire nel complesso la contesa.

TABELLINO

INTER-NAPOLI 3-2
18′ Zielinski (N); 25′ rig. Calhanoglu; 44′ Perisic; 60′ Lautaro Martinez; 79′ Mertens (N)

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Darmian, Barella (76′ Dimarco), Brozovic, Calhanoglu (62′ Vidal), Perisic (88′ Satriano); Correa (62′ Dzeko), Lautaro Martinez (76′ Gagliardini). A disposizione: Radu, Cordaz, D’Ambrosio, Kolarov, Dumfries, Vecino, Sensi. Allenatore: Inzaghi

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz, Zielinski; Lozano (75′ Elmas), Osimhen (54′ Petagna), Insigne (76′ Mertens). A disposizione: Meret, Marfella, Malcuit, Ghoulam, Juan Jesus, Lobotka. Allenatore: Spalletti

Arbitro: Valeri (sez. Roma)
VAR: Aureliano
Ammoniti: Osimhen (N), Koulibaly (N), Rrahmani (N), Calhanoglu (I), Inzaghi (dalla panchina, I), Lautaro Martinez (I), Vidal (I), Handanovic (I), Dzeko (I)
Espulsi:
Note: recupero 1′ e 8′; spettatori 56.649