Bufera Politano, l’agente tuona in diretta: “Assurdo. Era inca**ato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:50

Giuffredi in difesa di Matteo Politano, finito nell’occhio del ciclone dopo la notizia della positività al Coronavirus che lo costringe a saltare Inter-Napoli

La positività al Covid-19 di Politano ha subito scatenato polemiche in quel di Napoli. A difesa dell’esterno azzurro, indisponibile per il big match di domani contro l’ex Inter, è sceso subito in campo il suo agente Mario Giuffredi.

LEGGI ANCHE >>> Inter-Napoli, UFFICIALE: l’esito dei tamponi

Matteo Politano ©️LaPresse

“Come sempre in questa città si esagera e manca equilibrio – ha esordito Giuffredi a ‘Radio Punto Nuovo’ – Nel resto d’Italia non si fa questo casino assurdo che si sta facendo a Napoli. Tutti scrivono che Politano abbia contratto il Covid a Parigi. Non potrebbe averlo preso a Napoli dopo qualche giorno di incubazione? Il primo tampone era negativo. Oltre al fatto che è doppiamente vaccinato, bisogna essere rispettosi dei calciatori. Politano vive quasi chiuso in casa con una moglie ed una figlia avuti da poco. Bisogna criticarli per le prestazioni, non per la vita privata“.

LEGGI ANCHE >>> Inter-Napoli, Spalletti: “Dopo di me, monte stipendi salì a 240 milioni…”. Poi ‘punge’ Lozano

Napoli, agente Politano: “Sta bene ed è asintomatico. Con l’Inter voleva vivere una rivincita personale”

Matteo Politano © LaPresse

Matteo sta bene ed è asintomatico – ha aggiunto Giuffredi – Si deve negativizzare ed è assurdo che non abbia il diritto di fare tre giorni in giro. Se uno guadagna tanto, deve vivere segregato in casa? Non posso pensare che un giocatore che vive come Politano con comportamenti esemplari, ora debba essere giudicato. C’è poco rispetto per gli uomini: se andassero nei locali di notte, allora voglio anche capire. Peccato che salti l’Inter, è incazzato, non vedeva l’ora di giocare contro i nerazzurri, voleva vivere una rivincita personale e si era allenato alla grande“.