Pioli e la gestione dei campioni: “Quando trovi certi giocatori diventa un problema”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:36

Pioli, che sta per rinnovare il proprio contratto con il Milan, ha parlato ai canali ufficiali della società rossonera

Come anticipato da Calciomercato.it, Pioli e il Milan sono molto vicini all’accordo per il prolungamento del contratto. L’intesa prevede un rinnovo biennale con un importante adeguamento dello stipendio.

Pioli e i campioni: "Quando trovi certi giocatori diventa un problema"
Stefano Pioli © LaPresse

Insieme a Sergio Scariolo, coach della Virtus Bologna, l’allenatore del Milan ha parlato ai canali ufficiali del club. Ecco le sue dichiarazioni.

GESTIONE CAMPIONI – “La difficoltà è soprattutto dei compagni, non tanto di noi allenatori. Quando parliamo di campioni parliamo di campioni a livello umano oltre che professionale. Hanno una competitività così forte, interiore, che non è difficile allenarli. È più il rapporto che si crea con gli altri… Quello che si fa con il campione può creare qualche situazione un po’ al limite. Alla fine secondo me la differenza la fa sempre l’intelligenza delle persone del gruppo che alleni. Questi campioni pretendono ma alzano il livello di tutto l’ambiente. Il problema è quando trovi persone o giocatori “normali” che invece pensano di essere campioni”.

TIFOSI – “È importante che ci sia sostengo e fiducia, soprattutto per quello che abbiamo passato senza tifosi. Abbiamo capito quanto ne abbiamo bisogno. È importante portarli a vivere le partite con entusiasmo”.

STACCARE LA SPINA – “L’unico momento dove onestamente riesco a staccare per qualche giorno è durante la sosta per le Nazionali. Perché adesso il nostro format prevede sette partite in venti giorni, e lì chiaramente non riesci a staccare. Mia moglie mi dice spesso: “Parlo ma non mi ascolti”. Perché ovviamente le idee e la testa vanno sempre lì”.