CMIT TV | Calciomercato Milan, Boiani: “Ho una dritta su Renato Sanches”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:03

Il punto sul calciomercato del Milan, alla CMIT TV, con Enrico Boiani, che rivela alcuni retroscena su Renato Sanches e non solo

Alla CMIT TV di oggi, lunga chiacchierata sul Milan con Enrico Boiani di ‘Radio Rossonera’. Analizzati i prossimi scenari per i rossoneri, con l’addio di Kessie sempre più probabile e con un sostituto privilegiato tra le varie piste.

Enrico Boiani
Enrico Boiani alla CMIT TV

Un nome caldissimo è quello di Renato Sanches, su cui Boiani si è espresso in questo modo: “Ammetto di aver sgranato gli occhi, ne sono innamorato, così come per tutti i giovani portoghesi. E’ chiaro che tra Milan e Lille ci sono rapporti molto buoni. Magari lui per sostituire Kessie non è il più adatto, ma potrebbe essere una grande occasione di mercato, troppo grande per non approfittarne. Andrà a scadenza nel 2023 e il Lille deve venderlo, per cui ci si può provare”.

Calciomercato Milan, Boiani: “Con un’offerta a gennaio Renato Sanches può arrivare”

Renato Sanches
Renato Sanches © LaPresse

“Dalla Francia mi è stato detto: se a gennaio il Milan fa un’offerta, Renato Sanches parte – ha aggiunto Boiani – Kessie è destinato a diventare solo un ricordo, le parti sono troppo distanti e inchiodate sulle rispettive posizioni. Numericamente, un sostituto di Kessie ci sarebbe già ed è Adli che è parcheggiato al Bordeaux. Non è ancora pronto per il campionato italiano, ma dall’anno prossimo sarà a Milano. Su Kamara, ci sono un po’ di perplessità e la concorrenza è tanta. Per Renato Sanches, magari bisognerà sborsare almeno 25 milioni, ma un ingaggio da 5,5 milioni di euro è abbordabile. Ho fatto questa considerazione: l’anno scorso dicevamo sempre che Kessie dominava contro qualsiasi centrocampo, l’unica volta in cui non successe fu proprio contro il Lille e di fronte c’era Renato Sanches. E’ una partita che ricordo bene e che mi ha confermato quanto il portoghese sia un giocatore di grandissima qualità. In realtà, temo che resterà soltanto un’illusione. Il Milan ultimamente non ha preso giocatori già affermati, ma solo calciatori da far crescere ed esplodere. Diciamo che non mi sorprenderei se il centrocampo del prossimo anno fosse composto da Bennacer, Tonali, Bakayoko, Pobega e Adli”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, proposta accettata: 60 milioni subito

Sugli altri movimenti dei rossoneri nel prossimo futuro: “Dipenderà molto da come finirà la stagione e dalle occasioni che si dovessero presentare o meno. Mi aspetto sicuramente dei movimenti in estate, ma non dei colpi alla Vlahovic. Non so in quale settore il Milan deciderà di investire principalmente. Per l’attacco, molto passerà anche da cosa deciderà Ibrahimovic. Se continuerà, si farà un upgrade della slot attualmente occupata da Pellegri – a me piacerebbe molto Kolo Muani del Nantes – e investire a centrocampo. Se invece Ibra dovesse dire basta o limitare molto il suo impiego, si dovrebbe investire molto per la punta, anche se le opzioni in tal senso non sono moltissime. Un nome potrebbe essere uno alla Werner, ma a quel punto almeno personalmente tenterei di andare all’assalto proprio di un Vlahovic. Julian Alvarez? Onestamente dal Sudamerica dopo la delusione Paquetà preferirei evitare…”