CMIT TV | Intreccio Pogba-Kessie: “Vuole la Juve. Si taglia l’ingaggio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:34

Ospite alla CMIT TV, Rudy Galetti ha parlato del futuro di Pogba e del possibile ritorno alla Juventus

Il calciomercato che si aprirà a gennaio può essere molto importante per Juventus e Milan, sia in entrata che in uscita anche nell’ottica di giugno. I nomi sono soprattutto due: Franck Kessie e ovviamente Paul Pogba, ai quali si aggiunge anche Dusan Vlahovic.

galetti pogba juventus kessie milan

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, nuovo indizio sull’addio | Tesoretto e bomber da 50 milioni

L’esperto di mercato Rudy Galetti oggi è intervenuto sulla CMIT TV per parlare proprio di questi calciatori, con retroscena e cifre decisamente importanti. L’ivoriano del Milan “è una delle richieste di Conte, ma l’offerta del Tottenham non so se possa soddisfare Kessie, anche perché ci sono delle commissioni importanti di mezzo. Comunque ad ora direi che su Kessie la percentuale più alta è per il Tottenham”. E il possibile erede? “Il primo nome è Kamara dell’OM. Il Milan segue tanti giocatori, come Lucca e Julian Alvarez che è nei radar da un po’. Diversi nomi, ma nessun affondo. Siamo in fase di studio”.

Calciomercato Juve, Galetti a CMIT TV: “Vlahovic verso la Premier. Niente esuberi dal Real”

paul pogba juventus ritorno manchester
Pogba © LaPresse

LEGGI ANCHE >>> ESCLUSIVO | Romagnoli, Allegri ha dato l’ok: la Juventus tratta

L’argomento più succoso resta però Paul Pogba: “La certezza del francese è che non avrebbe continuato con lo United e non ha mai preso in considerazione l’opzione PSG. Il Manchester gli ha offerto un pacchetto contrattuale con ingaggio da 30-32 milioni tra parte fissa e variabile, ma non gli interessa quel progetto. Quindi – continua Galetti – ci sono due piani. Il suo piano A è tornare a Torino, ma la Juve per riuscire ad accontentarlo deve vendere Ramsey e Rabiot per fargli spazio, sia per ruolo che per monte ingaggi. Pogba è disposto anche a ridursi un po’ l’ingaggio da quello che mi risulta. Il piano B – se così si può chiamare – è invece il Real Madrid. Se non dovesse trovare la quadra con la Juve, il francese andrebbe volentieri al Real”.

Infine su Vlahovic: “Alle cifre che vuole Commisso non sarebbe neanche così irraggiungibile. Farebbe al caso della Juve, che costruisce benissimo ma fa fatica a segnare. Credo che comunque il suo futuro sarà in Premier vista la differenza di disponibilità economica. Esuberi Real come Isco, Asensio e Hazard? Per minutaggio anche, non so quanto potrebbero essere utili al gioco della Juve, che penso abbia bisogno più di una punta che faccia reparto da solo per come gioca Allegri”.