Roma, bocciatura totale per Mourinho: “Fa il furbo. Non è speciale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:45

Il momento della Roma continua a far discutere. Nuovo attacco in diretta a José Mourinho dopo i recenti risultati negativi

La Roma non riesce a scrollarsi di dosso il suo momento negativo di forma. I giallorossi hanno subito un’altra sconfitta contro il Venezia, si tratta della sesta nelle ultime dodici partite tra campionato e coppa.

Roma, bocciatura totale per Mourinho: "Fa il furbo. Non è speciale"
Mourinho © LaPresse

E ora le critiche a José Mourinho sono importanti. O meglio, dopo le sue recenti dichiarazioni contro la rosa a disposizione e la società, il portoghese sta dividendo i tifosi e non solo. I risultati di certo non sono dalla parte dell’ex Inter e Manchester United: a questo punto dell’annata ci si aspettava un trend diverso. Il giornalista Tony Damascelli ha un pensiero ben preciso sul rendimento e il comportamento dello Special One.

LEGGI ANCHE >>> Roma, la mossa di Mourinho sotto accusa: “Non è normale”

Roma, Mourinho nel mirino: bocciatura pesante per lo Special One

Roma, bocciatura totale per Mourinho: "Fa il furbo. Non è speciale"
Mourinho © LaPresse

Damascelli usa parole piuttosto forti per bocciare il rendimento attuale della Roma e quanto fatto e detto da Mourinho. Ecco le sue dichiarazioni ai microfoni di ‘Radio Radio’: “A Roma sta facendo il furbo, ha sbagliato un paio di affermazioni, delegittimando l’organico a disposizione. A gennaio non so quali possano essere i rinforzi, Pinto gli porterà gli uomini che lui desidera, non so se Friedkin gli metterà a disposizione il portafogli. Dovrà fare di necessità virtù”.

Non manca un’analisi sulla rosa dei capitolini: “La Roma vale di più di quanto fatto vedere fino ad ora, ma è completamente slegata, va a sprazzi. Ha 2-3 giocatori che mi piacciono moltissimo, come Pellegrini, che non si discute, Zaniolo e Mkhitaryan. Poi c’è Abraham“. Infine, conclude: “Mourinho pensa ancora di poter recitare la parte dello Special One, ma non è speciale. Non è più il migliore di tutti”.