Più di un mese senza gol: un dato ‘assolve’ Lautaro Martinez

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:16

Lautaro Martinez sotto accusa per il derby e il digiuno di gol: l’argentino ora può diventare un caso ma una statistica lo ‘assolve’

Il rigore sbagliato, i gol che mancano dal due ottobre: momento nero, almeno con la maglia dell’Inter, per Lautaro Martinez. La prestazione nel derby è stata negativa, rovinata anche dall’errore dagli undici metri che poteva valere la vittoria per la squadra di Inzaghi contro il Milan.

Lautaro Martinez
Lautaro Martinez © (LaPresse)

Il ‘Toro’, fresco di rinnovo di contratto con adeguamento dell’ingaggio, non sta rendendo come sperato. Cinque i gol in stagione finora ma tutti concentrati nel primo mese e mezzo di campionato: tre reti nelle prime tre giornate, i due gol consecutivi con Atalanta e Sassuolo, poi nulla più. Zero reti anche in Champions League, lì dove il suo apporto sarebbe servito per rendere più agevole la qualificazione. Martinez è ora un ‘problema’ per l’Inter, il suo digiuno alimenta interrogativi, ma c’è anche una statistica che invita ad andare con i piedi di piombo con le critiche.

LEGGI ANCHE >>> Milan-Inter, attacco ai big: “Ibrahimovic scarso, Lautaro non segna più”

Inter, Lautaro Martinez senza gol: il confronto con gli altri anni

Lautaro Martinez
Lautaro Martinez © LaPresse

Se in questa stagione Lautaro Martinez è fermo a cinque reti e non segna dal 2 ottobre, cosa dicono i numeri delle passate annate? Proprio il confronto con i due campionati precedenti fanno capire che il rendimento dell’argentino non è poi così diverso dal solito. Nel 2019/2020 i gol realizzati alla dodicesima di Serie A erano ugualmente cinque e lo stesso anche per la scorsa stagione.

Lo scorso anno la distribuzione delle reti è stata simile a quella attuale, mentre due anni fa era più omogenea: dopo un inizio un po’ faticato, era esploso ad ottobre. I numeri dicono quindi che il rendimento di Lautaro Martinez non è poi così diverso rispetto al passato: che sia proprio il mancato salto in avanti, dopo il rinnovo, il problema?