Milan-Inter, attacco ai big: “Ibrahimovic scarso, Lautaro non segna più”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:48

Il derby tra Milan e Inter si è concluso in parità al termine di una partita molto emozionante, anche se con qualche big che ha un po’ deluso

Finisce 1-1 il derby della Madonnina tra Milan e Inter, che lascia sostanzialmente invariata la situazione di classifica sia al vertiche che per la lotta scudetto in senso più ampio. Questo anche grazie al pareggio del Napoli col Verona, che in ogni caso non intacca l’imbattibilità degli azzurri così come quella dei rossoneri ovviamente.

ibrahimovic lautaro sconcerti milan inter
Ibrahimovic © LaPresse

Nel big match di ‘San Siro’ tanti protagonisti importanti, qualcuno atteso e altri meno. Vedi Rade Krunic, che ha sostanzialmente agito da disturbatore su Brozovic, che ha avuto difficoltà per tutta la partita a girarsi per impostare il gioco. Così anche Calhanoglu, il grande ex della serata insieme ovviamente a Ibrahimovic. Ma Milan-Inter ha pure messo in luce qualche flop abbastanza importante, sia da una parte che dall’altra.

Milan-Inter, Sconcerti: “Partita scarsa di Ibrahimovic. Lautaro male”

lautaro martinez sconcerti inter milan
Lautaro Martinez © LaPresse

Ballo-Toure è stato sicuramente ingenuo sul secondo rigore, anche se poi gli è andata bene e ha poi anche salvato un gol sulla linea. Kessie è stato protagonista in negativo del primo penalty, ma non solo loro. Il giornalista Mario Sconcerti, ospite ieri di ‘Pressing’, ha detto la sua su due big che secondo lui non hanno fatto benissimo al derby. Il primo è Zlatan Ibrahimovic: “La sua partita è stata scarsa, ho visto poco di lui”. Lo svedese non ha avuto tante occasioni, anche se si è sacrificato molto.

Non solo, perché l’altro è ovviamente Lautaro Martinez, che ha sbagliato il calcio di rigore del 2-1 e non è stato preciso anche in diverse altre chance: “Anche lui male, è la quinta partita che non segna”. L’argentino effettivamente vive un periodo strano, nonostante il rinnovo di contratto firmato da pochissimo. L’ultimo gol risale al match del 2 ottobre contro il Sassuolo, da lì qualche prestazione opaca e un digiuno che prosegue: in Champions League, inoltre, non ha ancora mai timbrato il cartellino. Gli ultimi due gol sono con la maglia della nazionale argentina l’11 e 15 ottobre.