PAGELLE e TABELLINO Juventus-Fiorentina | Cuadrado letale, fantasma Vlahovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:00

Pagelle e tabellino di Juventus-Fiorentina, match dell’Allianz Stadium valevole per la dodicesima giornata del campionato di Serie A. La rasoiata di Cuadrado mette ko i viola

La Juventus quasi all’ultimo respiro ha la meglio al cospetto di una buona Fiorentina nell’anticipo della dodicesima giornata di campionato. Il neo-entrato Cuadrado fa gioire al 90′ la squadra di Allegri, che non ha incantato di fronte ai 30 mila dell’Allianz Stadium.

Juventus-Fiorentina @La Presse

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Pericolo Juventus: la Premier allo ‘Stadium’ per Vlahovic

Dybala non si accende, Chiesa si sveglia nella ripresa, mentre a deludere nel pomeriggio torinese è l’attesissimo Vlahovic. La partita cambia con il doppio giallo dell’ingenuo Milenkovic, ai viola non bastano le prestazioni positive di Saponara e Martinez Quarta. McKennie è l’uomo ovunque di Allegri, de Ligt un muro davanti a Perin.

Le pagelle di Juventus-Fiorentina: McKennie è ovunque, Milenkovic ingenuo

Juventus-Fiorentina Rabiot nel mirino: "Maledetto quel giorno"
Juventus-Fiorentina ©LaPresse

JUVENTUS

Perin 6,5 – Sicuro tra i pali: si fa trovare pronto dopo il ko di Szczesny.

Danilo 5,5 – Tempestivo sul liscio di de Ligt. Il finale di primo tempo è però da brividi: giallo e rischio grosso sul tocco di mano che non viene giudicato da rigore.

Rugani 6,5 – A sorpresa in campo per la defezione nel riscaldamento di Chiellini. Se la cava contro lo spauracchio Vlahovic grazie anche all’aiuto di de Ligt.

De Ligt 7 – A parte un liscio nella prima frazione, mette la museruola al cecchino Vlahovic. Comanda la difesa in assenza dei senatori Chiellini e Bonucci.

Alex Sandro 5,5 – Timido e in difficoltà quando viene puntato. Non al massimo della condizione, resta negli spogliatoi all’intervallo – (46′ Pellegrini 5,5 – Un po’ impacciato, non entra benissimo in partita).

Chiesa 6,5 – Primi 45 minuti senza incantare. Si sveglia e mette il turbo nella ripresa: procura la seconda ammonizione di Milenkovic, la traversa sul missile di destro trema ancora.

Locatelli 6,5 – Prestazione solida e in crescendo nella seconda parte. Protegge le spalle all’arrembante McKennie.

McKennie 7 – Trascinatore dei bianconeri, lo trovi ovunque. Rompe il gioco e riparte a mille all’ora. In costante crescita: è l’uomo in più di Allegri a centrocampo, la pedina che mancava ai bianconeri.

Rabiot 5,5 – Allegri gli dà un’altra occasione dopo averlo punzecchiato alla vigilia. Il francese però non la sfrutta appieno: manca sempre di mordente, poco convinto nelle giocate (78′ Cuadrado 7 – Dribbling secco e rasoterra vincente: fa esplodere l’Allianz, gol pesantissimo).

Dybala 5,5 – Non è il solito Dybala. Fatica a fare differenza come nelle ultime uscite, specialmente in confronto alla notte magica contro lo Zenit. Forse risente un po’ della fatica, stavolta gli manca la necessaria lucidità nell’ultimo tocco (93′ Bentancur sv).

Morata 4,5 – Non approfitta dell’errore di Odriozola graziando Terraciano e la Fiorentina. Anticipato puntualmente dai difensori viola e inconcludente negli ultimi sedici metri. Nuovo passo indietro dopo il gol liberatorio in Champions (88′ Kaio Jorge sv).

All. Allegri 6,5 – Successo di capitale importanza che fa il paio con il bel poker di Champions contro lo Zenit. La Juve non incanta e approfitta dell’ingenuità di Milenkovic (sommata alla prodezza di Cuadrado) per ritornare alla vittoria in campionato. In soffitta l’estetica ma oggi contava soprattutto la sostanza.

FIORENTINA

Terraciano 5 – Stava per combinarla grossa all’inizio addosso a Morata. Riflessi pronti su Chiesa, beffato al 90′ da Cuadrado sul suo palo.

Odriozola 6 – Partita dai due volti: distratto in fase difensiva, punge invece quando si spinge sulla corsia laterale.

Milenkovic 4,5 – Un paio di chiusure degne di nota, concede poco a Morata. Fino alla doppia ammonizione (secondo giallo evitabile su Chiesa) che lascia in dieci i suoi nel momento topico della sfida.

Martinez Quarta 6,5 – Irruento, forse fin troppo. Se la cava comunque senza tremare e dà sicurezza a tutto il pacchetto arretrato.

Biraghi 5 – I compagni lo cercano spesso e volentieri. Sfrutta con frequenza il mancino per il cross dal fondo. A tempo scaduto si fa però fregare da Cuadrado.

Bonaventura 6 – Galleggia tra centrocampo e attacco con efficacia. Innesca bene a destra il duo Callejon-Odriozola (78′ Duncan sv).

Torreira 6 – Gestisce le operazioni senza strafare. Bussola della mediana viola, soffre un po’ fisicamente alla distanza (64′ Amrabat 5,5 – In campo nel momento più difficile della Fiorentina).

Castrovilli 5,5 – Numeri d’alta scuola, alternati a lunghe pause. Gli serve un po’ di continuità (78′ Nastasic sv).

Callejon 6 – Parte a fari spenti, si accende sul finire del primo tempo mettendo alle strette Alex Sandro (75′ Igor 5,5 – in campo dopo il rosso a Milenkovic).

Vlahovic 4,5 – E’ il grande assente della serata. Delude le attese, non trova lo spiraglio giusto chiuso nella morsa di de Ligt e Rugani. E la Fiorentina inevitabilmente ne risente in fase offensiva.

Saponara 6,5 – Parte da sinistra per accentrarsi e rifornire Vlahovic. Crea superiorità numerica con i suoi guizzi, i movimenti del numero 8 viola danno parecchio fastidio ai difensori bianconeri (75′ Sottil 5,5 – Poche occasioni per mettersi in mostra con la squadra in inferiorità numerica).

All. Italiano 6 – La Fiorentina gioca a viso aperto, con personalità, spaventando nel primo tempo la Juve con Saponara. Viola che soffrono poco fino al rosso di Milenkovic: da quel momento è un’altra partita, c’è più di qualche rimpianto.

Arbitro: Sozza 6 – Con il supporto del VAR decide di non punire il tocco di mano in area di Danilo nel recupero del primo tempo. Non sbaglia sul doppio giallo di Milenkovic.

TABELLINO

JUVENTUS-FIORENTINA 1-0
90′ Cuadrado

Juventus (4-4-2): Perin; Danilo, Rugani, de Ligt, Alex Sandro (46′ Pellegrini); Chiesa, Locatelli, McKennie, Rabiot (79′ Cuadrado); Dybala (93′ Bentancur), Morata. A disposizione: Pinsoglio, Israel, Bonucci, Arthur, Ramsey, Bernardeschi, Kulusevski. Allenatore: Allegri

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Bonaventura (75′ Duncan), Torreira (64′ Amrabat), Castrovilli (78′ Nastasic); Callejon (75′ Igor), Vlahovic, Saponara (75′ Sottil). A disposizione: Rosati, Cerofolini, Maleh, Terzic, Venuti, Benassi. Allenatore: Italiano

Arbitro: Sozza (sez. Seregno)
VAR: Di Paolo
Ammoniti: Martinez Quarta (F), Danilo (J), Milenkovic (F); Nastasic (F), Rugani (J)
Espulsi: Milenkovic (F)
Note: recupero 2′ e 4′; spettatori 29.501 per un incasso di 1.740.281 euro