Milan-Torino, Pioli ‘punge’ un suo giocatore: “Gli manca un po’ di lucidità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:26

Le dichiarazioni di Stefano Pioli dopo il successo sul Torino che regala al suo Milan il primato in classifica in solitaria

Un brutto ma cinico (e fortunato) Milan batte il Torino a ‘San Siro’ grazie alla firma di Olivier Giroud. Basta la rete del francese alla squadra di Pioli per ottenere il nono successo nelle prime dieci giornate di campionato e la vetta della Serie A in solitaria aspettando il Napoli impegnato giovedì a Bologna.

LEGGI ANCHE >>> PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-TORINO 1-0 | Giroud decisivo! Bakayoko lento

Pioli
Pioli © Getty Images

“Abbiamo controllato la partita contro un avversario difficile – ha esordito Pioli a ‘Dazn’ dopo il match – Mi è piaciuta tantissimo la voglia della squadra di portare a casa una vittoria complicata, ma meritata. Alla fine abbiamo lasciato una sola vera occasione, quella di Sanabria”.

LEAO AL TOP – “So ormai quanto i miei giocatori mi possono dare, ma non solo Leao. Mi dispiace in questo periodo non averlo potuto far rifiatare, spero Rebic rientri presto”.

SOFFERENZA – “Giocare ogni tre giorni non ti consente di prepararti a fondo, ma ormai i giocatori hanno la voglia di interpretare nel modo giusto queste partite. Ci stava soffrire contro il Torino, una squadra che ti mette sempre in difficoltà. Forse ci dovevamo muovere meglio con i mediani, per questo siamo riusciti a creare poco. Però abbiamo lottato fino alla fine, ci siamo compattati riuscendo a prendere i tre punti”.

SAELEMAEKERS – “La sua crescita è continua, ha talento e predisposizione al lavoro. Gli manca un po’ più di lucidità nelle giocate semplici in zone pericolose”.

Milan-Torino, Pioli: “Club bravo a costruire un organico forte e completo. Con la Roma sarà una partita stimolante”

Stefano Pioli a Dazn

ROSA DI QUALITA’ – “Il club è stato bravo a costruire un organico così completo, forte. L’obiettivo è giocare sempre meglio, credo che le prossime partite potranno essere diverse.

NAPOLI E ROMA – “Napoli cosa ha di meglio? E’ fortissimo e ha un allenatore molto bravo, ma l’affronteremo a dicembre quindi non la sto guardando tanto. Anche la Roma – avversaria domenica sera, ndr – è una squadra forte. All’Olimpico sarà una partita molto stimolante in cui potremo dire la nostra”, ha concluso il tecnico del Milan”.