Pioli in conferenza fa il punto sugli infortunati: “Così contro lo Spezia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:03

Le parole di Stefano Pioli in conferenza stampa al termine di Milan-Venezia, match di San Siro valevole per la quinta giornata di Serie A

Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Pioli in conferenza stampa infortunati
Stefano Pioli (AcMilan.com)

Il Milan di Stefano Pioli batte il Venezia per 2 a 0 grazie alle reti di Brahim Diaz e Theo Hernandez, rispondendo così all‘Inter. Il tecnico dei rossoneri ha fatto un importante turnover nonostante le tante assenze. In merito ai possibili recuperi per sabato contro lo Spezia, Pioli ha così parlato in conferenza stampa: “Stanno meglio sia Giroud, sia Ibrahimovic, sia Calabria che Kjaer ma non so se riescono a recuperare per sabato. Vediamo tra domani e venerdì chi riusciremo a recuperare”

LEGGI ANCHE >>> PAGELLE E TABELLINO Milan-Venezia 2-0: Theo devastante! Florenzi appannato

Vittoria meritata – “La squadra ha spaccato la partita con intelligenza, lucidità, con maturità continuando a spingere, continuando a creare e così abbiamo vinto. Di giocatori di qualità ne abbiamo tanti”.

Primato – “Se il Milan ha ottenuto fin qui questi risultati è perché la squadra c’è, sta bene, gioca… Siamo solo all’inizio ma è chiaro che sono tutte situazioni positive. Ho una rosa molto profonda, al di là di qualche infortunio di troppo, ma sono tutti giocatori che possono aiutare la squadra in qualsiasi momento”.

Differenza tra i 13 punti della scorsa stagione e questi: “Penso sia il pubblico, adesso ci sono i nostri tifosi, abbiamo un sostegno ed entusiasmo importante, ci trasmettono grande energia che prima non c’era. E’ uno spettacolo giocare in casa e dobbiamo continuare ad approfittarne perché è grazie alle nostre prestazioni che viviamo in questo ambiente”.

Alternative: “Primo tempo secondo me buono, ci è mancata un po’ di qualità e anche di posizione tra le linee, ma abbiamo lottato, giocato, creato e aggredito. Per me non sono sorprese, anzi ringrazio la società per avermi messo a disposizione una squadra forte e un gruppo unito e solido. Tutti sono pronti per giocare”.

Si subiscono meno gol – “Abbiamo una squadra che sa fare bene sia la fase di transizione che quella di interdizione ma siamo solo alla quinta di campionato, dobbiamo ancora lavorare tanto e spingere”.