CMIT TV | De Ligt ancora sotto attacco: “Juve confusa, che errore!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:59

Matthijs de Ligt nel mirino della critica dopo un inizio di stagione poco esaltante. Nuovo attacco sull’investimento operato dalla Juventus sul calciomercato

Biasin alla CMIT TV
Biasin alla CMIT TV

La Juventus non ha vissuto un inizio di stagione semplice, anzi. E nel ciclone è finito ancora una volta Matthijs de Ligt. L’olandese, dal suo arrivo a Torino, non è mai riuscito a esprimere tutto il suo potenziale e a rispettare, dunque, le aspettative. Ne ha parlato Fabrizio Biasin ai microfoni di CMIT TV; il noto giornalista reputa l’importantissimo investimento della Juventus un errore. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Ecco le sue dichiarazioni: “De Ligt? Eravamo nella fase più confusa, la Juve a livello dirigenziale si sentiva onnipotente. Si poteva permettere un certo tipo di investimenti e ha messo da parte la sua filosofia per prendere i potenziali super campioni. Su de Ligt c’era anche il Barcellona, ma la Juve ha messo sul piatto una cifra altissima per cartellino e ingaggio. E ha commesso un errore, perché quella cifra lì ti obbliga ad acquistare un campione e non sta dimostrando di esserlo. Ora deve passare dalla tecnica del bastone di Allegri, come anche Chiesa: si aspetta delle risposte caratteriali. Capisco l’atteggiamento molto severo di Allegri, ma non puoi mettere troppo da parte la classifica. Chiesa va schierato sempre, perché ti può permettere di vincere le partite a mani basse”.

LEGGI ANCHE >>> Da Kessie a Lautaro e de Ligt: i big della Serie A a ‘rischio’ addio

Da de Ligt al momento dell’Inter: le parole di Biasin

De Ligt ancora sotto attacco: "Juve confusa, che errore!"
De Ligt © Getty Images

Biasin sottolinea anche il momento positivo dell’Inter, dopo la vittoria contro la Fiorentina: “Quest’anno la competizione è ad altissimo livello, non mi sento di dire che l’Inter sia l’unica favorita per la vittoria finale. Ieri la Beneamata nel primo tempo è rimasta a galla perché Handanovic è tornato a grandi livelli, è stato il baluardo della squadra”. Un pensiero anche per il compleanno di Ronaldo il Fenomeno: “Tu andavi allo stadio e non sapevi se vincevi o perdevi, ma sapevi che ti saresti divertito. Lui è il primo calciatore moderno, ha abbinato la tecnica alla potenza, e quindi tanti auguri al Fenomeno”.