CM.IT | Il Barcellona pensa (anche) a Pirlo: l’ex Juve ha un vantaggio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:02

Il Barcellona lavora per sostituire Koeman. Nella lunga lista di Laporta c’è anche l’ex Juventus Andrea Pirlo

pirlo conferenza stampa
Andrea Pirlo © Getty Images

La crisi del Barcellona non sembra avere fine. Più che il rendimento in campionato, deludente ma non disastroso (due pareggi con Athletic e Granada, e due vittorie contro Real Sociedad e Getafe), è stata la sconfitta col Bayern in Champions League a riaprire ferite mai rimarginate.

I catalani hanno dato una sensazione di impotenza e rassegnazione mai vista, e la totale mancanza di identità nel loro gioco ha spinto la dirigenza a prendere una decisione netta: Koeman va esonerato. Se le casse del Barcellona vivessero una situazione normale, il tecnico sarebbe già stato sostituito, ma Laporta ha chiesto tempo per organizzarsi e, dunque, l’olandese resterà al suo posto contro Cadiz, Levante, Benfica e, forse, anche con l’Atletico, scontro diretto previsto il prossimo 2 ottobre.

Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LEGGI ANCHE >>>  Calciomercato Juventus e Milan, super occasione per il 10: il Barcellona dice sì a gennaio

pirlo esulta
Andrea Pirlo ( © Getty Images)

Pirlo nella lista del Barcellona: la strategia del club

Gli azulgrana hanno già pronta una lista di sostituti, della quale fa parte anche Andrea Pirlo. Un nome lanciato dal giornalista Gerard Romero, molto vicino al club, e che, secondo quanto raccolto da Calciomercato.it, trova conferme in queste ore. L’italiano piace e sarebbe un profilo perfetto dal punto di vista economico, come già gli accadde un anno fa alla Juventus. L’ex centrocampista è ancora legato ai bianconeri, ma il costo del suo stipendio (1.8 milioni netti) e il grande rapporto tra Laporta e Agnelli, compagni d’avventura nella guerra con la UEFA, fanno pensare che una soluzione si troverebbe abbastanza facilmente. 

LEGGI ANCHE >>> Pirlo può tornare in grande stile, è il preferito del presidente

Gli obiettivi principali dei ‘culè’, però, restano Xavi, che ha rinnovato con l’Al-Sadd fino al 2023, e Roberto Martinez, che non lascerà il Belgio prima delle finali di Nations League in programma ad ottobre. Piste difficili, ma che la dirigenza spagnola sta sondando seriamente. Si è parlato, nelle ultime ore, anche di Antonio Conte, ma il suo ingaggio è assolutamente incompatibile col momento del Barça, che vive giorni di riflessione e polemiche. Le ennesime.