Inter a valanga sul Bologna, Inzaghi: “Col Real 18 tiri senza fare gol”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:29

Dopo la larga vittoria dell’Inter contro il Bologna, ha parlato Simone Inzaghi: “Brozovic è insostituibile, aspettiamo notizie da Correa”

Inter a valanga sul Bologna, Inzaghi: "Col Real 18 tiri senza fare gol"
Simone Inzaghi ©️Getty Images

In settimana la Champions League era stata crudele e beffarda con l’Inter che, nonostante le tante occasioni create, non è riuscita a segnare e alla fine ha perso contro il Real Madrid. In Serie A, però, i nerazzurri hanno risposto subito con una prestazione maiuscola e segnando sei reti al Bologna. Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di ‘Dazn’, analizzando la vittoria dei suoi uomini e rivelando quale è lo stato di forma di alcuni dei suoi giocatori chiave. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LEGGI ANCHE >>>PAGELLE e TABELLINO Inter-Bologna | Dumfries alla Hakimi, incubo Hickey

DUMFRIES – “Penso che abbia fatto una grande gara, ha avuto bisogno di tempo per l’inserimento ma è stato più veloce del previsto. È un giocatore di quantità e di qualità, che si sta impegnando molto e sta già imparando l’italiano”

REAL MADRID – “A volte bisogna analizzare e non guardare il risultato. Io ai ragazzi ho fatto i complimenti per come siamo stati in campo col Real Madrid, poi è normale essere arrabbiati per il risultato”

BOLOGNA “Col Real Madrid fai 18 tiri e non fai gol e oggi l’abbiamo sbloccata subito con Lautaro. Il risultato è molto largo, ma affrontavamo un avversario difficile, per cui il merito va dato all’Inter”

BROZOVIC – “Un pochettino l’ho fatto riposare l’ultima mezzora a Genova e oggi. È un giocatore insostituibile per noi, ma ho tanti elementi. Ho Barella, ho Vecino che ha giocato in quel ruolo nell’Uruguay, e Gagliardini che sta recuperando da un infortunio pesante”

ROSA LUNGA – “Sanchez non avevo bisogno di conoscerlo, purtroppo ha avuto una ricaduta quando è tornato dalla Nazionale. Sta cercando la forma migliore. Per quanto riguarda Sensi, posso utilizzarlo da vertice basso, ma ha talmente tanta qualità che vorrei vederlo in zone di campo dove può incidere di più. Aspettiamo notizie confortanti da Correa. Senz’altro dovranno tutti aiutare, perché si gioca ogni due giorni e mezzo. Oggi ho voluto dare riposo pieno a Calhanoglu e Perisic. Sanchez non ha ancora 70′ e Dzeko è entrato benissimo”

LAUTARO- “Io lo conoscevo solo da avversario e sapevo che era un giocatore importante, ma quando ho avuto l’occasione di allenarlo mi sono reso conto dell’importanza che ha. Mi dispiace che non ha potuto segnare un altro gol, ha preso una trasferta clamorosa”