Juventus bocciata | “Fuori dalla lotta scudetto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:27

Sabato sarà la volta di Napoli-Juventus, uno dei due big match della terza giornata di Serie A. In merito alle due squadre si è espresso l’ex azzurro Salvatore Bagni 

Napoli, Bagni: "Non dobbiamo aver timore della Juventus”
Allegri © Getty Images

L’Italia di Roberto Mancini attende di giocare la terza ed ultima partita di questa sosta, prima di lasciare nuovamente campo libero al campionato. La Serie A ripartirà subito col botto con il big match tra Napoli e Juventus di sabato pomeriggio che fungerà da banco di prova sia per gli azzurri di Spalletti, che per i bianconeri di Allegri, chiamati a trovare la prima vittoria stagionale dopo due giornate piuttosto negative. A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto l’ex partenopeo Salvatore Bagni, che ritiene il Napoli favorito per lo scudetto: “Ne sono convinto. Quest’anno siamo rimasti gli stessi e forse siamo leggermente migliorati. Secondo me siamo una squadra veramente forte”.

Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LEGGI ANCHE >>> Allegri lo vuole subito | Juventus, si chiude a 55 milioni

LEGGI ANCHE >>> In due lasciano il ritiro, UFFICIALE: Mancini perde i pezzi

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube!

Al contrario Bagni non vede benissimo la Juventus: “Allegri si è preso una bella gatta da pelare, è tornato dove ha fatto benissimo ma con una squadra nettamente inferiore. Sta cercando soluzioni che farà fatica a trovare. Se fa giocare Kean non gioca Dybala, se gioca Dybala ci sono pochi giocatori in area. Locatelli bel giocatore ma non può stravolgere positivamente il centrocampo. La Juventus di un tempo, anche se andava sotto, aveva delle reazioni che con l’Empoli non ci sono state. Farà fatica a trovare soluzioni positive. Non dobbiamo avere timore e non lo avremo, speriamo si possa allontanare definitivamente la Juventus dal discorso Scudetto, nel quale secondo me non rientrerà mai”.