Calciomercato, Juventus preferita | Ma Allegri blocca tutto!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:29

Arrivano nuove indiscrezioni sul futuro di James Rodriguez: il trequartista, in uscita dall’Everton, accostato anche alla Juventus

Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Calciomercato Juventus, retroscena James Rodriguez: Allegri ha bloccato la trattativa
Conferenza Agnelli-Allegri

Non ha ancora trovato una sistemazione James Rodriguez, in uscita dall’Everton dopo l’addio del suo mentore Carlo Ancelotti, tornato sulla panchina del Real Madrid per prendere il posto di Zinedine Zidane. Il trequartista colombiano è stato accostato con insistenza al Milan, dopo l’addio di Hakan Calhanoglu passato a parametro zero all’Inter, ma l’ingaggio altissimo, 7 milioni di euro netti a stagione, frena qualsiasi tipo di discorso. Nel frattempo, attraverso Twitch, lo stesso calciatore ha ‘chiamato’ la Serie A: “Mi piacerebbe giocare dove mi vogliono, ho già giocato in tutti i campionati ma non in Italia. Sarebbe una buona opzione“. E dalla Spagna spuntano altri clamorosi retroscena.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, la rivelazione: “Pjanic vuole solo i bianconeri”

Juventus in pole per James Rodriguez: Allegri ha bloccato tutto

Secondo quanto sostiene ‘Don Balon’, James Rodriguez avrebbe espresso al suo agente, Jorge Mendes, il desiderio di continuare la carriera in Italia. La Juventus era la destinazione favorita del 30enne connazionale di Juan Cuadrado, ma il ritorno di Massimiliano Allegri in panchina avrebbe bloccato qualsiasi tipo di discorso per una questione tecnico-tattica. Poi, è stata la volta dell’Inter, ma con l’ingaggio di Calhanoglu anche questa porta si è chiusa. Infine, come detto, il Milan. Ma resisterebbero, secondo il media spagnolo, ancora due opportunità: la Roma di José Mourinho, con cui condivide il procuratore, e l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, con Ilicic verso l’addio e Duvan Zapata come sponsor. Entrambi opzioni complicate viste le condizioni economiche dell’affare.