ESCLUSIVO | Gaston Silva: “Tornerei in Italia. Nandez in una big. Messi o CR7? Non ho dubbi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:27

Calciomercato.it ha intervistato Gaston Silva, ex giocatore del Torino e compagno in Nazionale di Cavani, Suarez, Godin e Nandez

Arrivato in Italia a 20 per vestire la maglia del Torino (dal 2014 al 2016), Gaston Silva ha giocato l’ultima stagione all’Huesca, ma dal 30 giugno sarà un giocatore svincolato. “Volevo tornare in Spagna (dopo l’esperienza al Granada, ndi) – ha esordito il mancino 27enne a Calciomercato.it – perché la Liga è molto competitiva, con maggiori esigenze e stimoli per noi calciatori. Siamo sempre disposti a crescere e continuare a formarci come giocatori. Ha influito anche l’aspetto familiare, con un figlio ha contato anche lo stile di vita che può garantirti la Spagna”.

Una scelta di vita che è stata resa un po’ più complicata dall’emergenza Coronavirus. “Con il Covid è stato difficile non vedere per tanto tempo la mia famiglia, la mancanza si è fatta sentire. C’è sempre la voglia di stare vicini e di condividere le cose. Con la mia famiglia e quella di mia moglie lontane è stato un po’ difficile non sentirli così vicini”

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Manchester United, rinnovo Cavani: ultime e retroscena

Esclusiva Gaston Silva: "Tornerei in Italia, Nandez pronto per una big"
Gaston Silva ©Getty Images

Esclusivo Gaston Silva: “Anni fantastici a Torino, abbiamo un gruppo whatsapp”

Nonostante ciò, anche per il futuro la volontà principale di Gaston Silva resta la permanenza in Europa.  “La mia idea e della mia famiglia è quella di dare la priorità all’Europa. Cercare un club qui e dare la prima opzione a club europei. Ovviamente ci sono squadre interessate anche altrove, si sta parlando anche di club messicani, vedremo quale sarà la migliore opzione, avendo però come prima idea quella di restare nel Vecchio Continente. In Italia? Mi piacerebbe, sì. Ho un ricordo fantastico di Torino e ho vissuto due anni molto belli in Italia. Se ci fosse la possibilità di tornare, mi piacerebbe molto. E’ un campionato bello e competitivo. L’Italia è uno splendido Paese in cui vivere, se ci fosse questa possibilità, la valuterei senza dubbio. Come ti ho detto, a Torino ho vissuto bellissimi momenti, mi piacerebbe tornare in Italia, dove giocano molti miei connazionali. Sono rimasto in contatto con qualche mio ex compagno. Abbiamo un gruppo con Martinez, Amauri, Maxi Lopez, Bruno Peres e altri. Parliamo spesso su whatsapp”.

ESCLUSIVA Gaston Silva: "Nandez pronto per una big come l'Inter"
Gaston Silva in Nazionale ©Getty Images

Esclusivo Gaston Silva: “Nandez all’Inter? Pronto per una big

Nel mirino dell’Inter e di altre big europeeNandez ha condiviso molte battaglie con Gaston Silva in Nazionale. “Conosco molto bene Nahitan, ho condiviso molto tempo con lui in Nazionale. Lui è un grande giocatore, ha fatto molto bene sin dalle prime partite in Italia. Si è ambientato subito e se avrà veramente l’opportunità di andare in un grande club, sono convinto che continuerà a fare molto bene. Cavani e Suarez vicini alla Serie A la scorsa estate? Non ho parlato con loro sulla possibilità di un arrivo in Italia. E’ possibile che qualcosa sia effettivamente arrivato ai loro procuratori la scorsa estate. Di certo farebbero comodo a qualsiasi big italiana anche oggi”.

A proposito di grandi campioni, il mancino di Salto, con l’Uruguay e in Liga ha avuto modo di affrontare diverse volte Leo Messi. “Credo che sia il migliore del Mondo in questo momento. E’ un calciatore che fa la differenza, in maniera totalmente. E’ uno di quei giocatori che ti risolvono la partita da soli. E’ il migliore in assoluto in questo momento. Meglio di Ronaldo? Sì”.

Esclusivo, Gaston Silva: "Velasco ha un grande talento"
Alan Velasco ©Getty Images

Esclusivo Gaston Silva: “Velasco e Bustos li vedo bene in Europa”

In tanti anni all’Indpendiente, Gaston Silva ha visto crescere diversi talenti. “La Coppa Sudamericana nel 2017 per tutto quello che abbiamo vissuto e per come siamo arrivati a vincerla, è stato il miglior momento come calciatore di club, ma anche con la Nazionale ho vissuto grandissime esperienze, partecipando anche al Mondiale. Sono tappe importanti nella carriera di un calciatore. Velasco è pronto per l’Europa? Ci ho giocato insieme. E’ un grande giocatore, è molto giovane, con tantissimo talento. Ora sta giocando con maggiore regolarità e sta facendo tanta esperienza con la prima squadra dell’Independiente. Credo che questo lo renderà ancora più forte. Spero che possa continuare a migliorare e che possa arrivare in Italia e in Europa in generale. Della squadra che ha vinto la Sudamericana credo sia rimasto solamente Fabricio Bustos. Un grande giocatore, penso che anche lui possa lasciare l’Independiente”.