PAGELLE E TABELLINO INTER-SASSUOLO | Young-Lukaku top, Traore da applausi. Hakimi pigro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:38
Pagelle Inter-Sassuolo: Young e Lukaku top, flop Hakimi
Pagelle e tabellino di Inter-Sassuolo ©Getty Images

Pagelle e tabellino di Inter-Sassuolo, recupero della 28esima giornata del campionato di Serie A. Da Barella a Raspadori, voti e giudizi di Calciomercato.it

L’Inter soffre ma supera il Sassuolo 2-1 nel recupero della 28esima di Serie A. Decima vittoria consecutiva per la squadra di Conte, ora a +11 sul Milan a nove giornate dal termine. Da Lukaku a Traore passando per Skriniar e Hakimi, ecco le pagelle.

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Calciomercato Inter e Juventus, esterno in vendita: prezzo fissato

Le pagelle di Inter-Sassuolo

INTER

Handanovic 6,5 – Anche oggi gioca più coi piedi che con le mani. Dimostra in entrambe le situazioni di avere totale controllo. Non può nulla sul sinistro a giro di Traore.

Skriniar 7 – Provvidenziale su Boga a fine primo tempo. Sempre attento, un muro.

De Vrij 5,5 – Al rientro dal Covid, non fa disastri ma in un paio di occasioni palesa poca brillantezza. Rischia molto con la trattenuta su Raspadori.

Darmian 6,5 – Mica facile sostituire Bastoni, ovvero il primo regista della squadra. Lui, però, non lo fa rimpiangere troppo ergendosi a protagonista anche di due-tre sortite offensive.

Hakimi 5 – Pigro e superficiale quando ha lo spazio per far male. Poco deciso su Boga, perde il pallone da cui parte l’azione flash che si conclude con la rete di Traore.

Barella 6 – Fatica in alcune letture difensive rimediando un giallo sciocco, evitabile, che lo costringerà a saltare la sfida con l’amato Cagliari. Nel finale gioca di esperienza e fa tanto comodo all’Inter.

Eriksen 6 – Lui il regista al posto dello squalificato Brozovic. Non la partita ideale per lui dato che il pallone l’ha avuto spesso e volentieri il Sassuolo. (Dal 58′ Sensi 7 – Entra per dare una svegliata al centrocampo e non delude. Dimostra di star bene, ma Conte incroci le dita).

Gagliardini 6,5 – Con Young ha una buona intesa, meglio quando c’è da spingere che quando c’è da contenere. In generale una buona prova. (Dal 70′ Vecino 5 – Non in condizione)

Young 7 – Seconda consecutiva da titolare. Non delude. Propositivo, punta e va servendo a Lukaku un gran pallone.

Lukaku 7.5 – Sblocca la gara con un gran colpo di testa. Non si contano i palloni sporchi che riesce a gestire e a pulire innescando il contropiede. In uno di questi pesca Lautaro che fa due a zero. E’ l’uomo scudetto.

Lautaro Martinez 6,5 – Nel primo tempo inconsistente, specie al limite dell’area. Più vivace nella ripresa, sigilla il match. Un gol fondamentale. (Dal 77′ Sanchez 5 – Spreca un’enorme chance per

All. Conte 6,5 – E’ la solita Inter: imperforabile dietro e cinica davanti, anche se oggi ha sofferto più del dovuto. Si tratta comunque della decima vittoria nelle dieci gare del girone di ritorno. +11 sul Milan, scudetto a breve a meno di cataclismi.

SASSUOLO

Consigli 6 – Sul colpo di testa di Lukaku non può nulla, idem sul raddoppio firmato Lautaro. Poi inoperoso.

Toljan 5 – Troppo leggero su Young nell’azione dell’uno a zero. Soffre molto l’inglese. (Dal 75′ Haraslin s.v.)

Chiriches 5,5 – Tocca moltissimi palloni, per larghi tratti più un centrocampista che un difensore. Il suo unico errore? Farsi anticipare da Lukaku nell’azione del gol. Mica poco. (Dal 90′ Karamoko s.v.)

Marlon 6,5 – Copre bene la sua zona di competenza. Tempestivo e sveglio.

Rogerio 6,5 – Si stringe molto ai centrali per lasciare la possibilità Djuricic e poi a Boga di infilare l’Inter. (Dal 75′ Kyriakopoulos s.v.)

Obiang 6,5 – Parte forte con un tiro che va vicino al palo, poi meno appariscente ma sempre importante per la manovra.

Lopez 6 – Pimpante, ma un guizzo mai. Scontato.

Traore 7 – Coraggioso e determinato nel primo tempo, nel secondo un po’ sparisce trovando a cinque dal termine un gran gol che riapre il match.

Djuricic 6,5 – Benino nel primo tempo, specie nell’uno contro uno. Manca di intensità nel secondo, prezioso nell’1-2 di Traore.

Boga 7 – In crescendo, ma è sfortunato perché davanti si trova uni Skriniar quasi insuperabile. (Dall’80’ Oddei s.v.)

Raspadori 6,5 – Si conferma ragazzo di personalità oltre che di qualità. E’ presto però per dire a cosa può ambire.

All. De Zerbi 7 – Ha un solo spartito e questo è probabilmente è un limite, ma gli va dato atto che, nonostante le tante assenze, il suo Sassuolo riesce comunque a giocare con personalità e coraggio fino alla fine. Mentalità da grande.

Arbitro Irrati 5 – Dubbie certe decisioni. Forse mancano due rigori: il primo all’Inter per tocco di polso di Rogerio sul tiro-cross di Barella, il secondo al Sassuolo per la trattenuta di de Vrij a Raspadori a centro area. L’Inter poi riparte e sigla il raddoppio.

TABELLINO
Inter-Sassuolo 2-1
10′ Lukaku, 66′ Lautaro, 84′ Traore

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Darmian; Hakimi, Barella, Eriksen (58′ Sensi), Gagliardini (70′ Vecino), Young; Lukaku, Lautaro Martinez (77′ Sanchez). All.: Conte

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan (75′ Haraslin), Chiriches (90′ Karamoko), Marlon, Rogerio (75′ Kyriakopoulos); Obiang, Lopez; Traore, Djuricic, Boga (80′ Oddei); Raspadori. All.: De Zerbi

Arbitro: Irrati di Pistoia
Var: Banti
Ammoniti: Consigli, De Zerbi, Barella, Traore, Young, Lopez
Note: 4′ recupero st