CMIT TV | Calciomercato Juventus, l’annuncio: “Con Ronaldo è finita al 100%”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:14
CMIT TV | Juventus, Reggiani:
Reggiani a CMIT TV

Ivan Reggiani, intermediario di mercato, a CMIT TV sul futuro di Cristiano Ronaldo e non solo. Ecco le sue dichiarazioni

In diretta a CMIT TV, è intervenuto Ivan Reggiani, intermediario di mercato, per parlare del futuro di Cristiano Ronaldo e del possibile addio alla Juventus al termine della stagione. Ma non solo. Focus anche sulle situazioni di Messi e Aguero. Ecco le sue dichiarazioni. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube!

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Intreccio Juve-Roma: ‘all in’ su Allegri e Sarri

MESSI E CRISTIANO RONALDO – “Finita l’era Messi a Barcellona? È scontato, in assoluto. I giocatori di questo livello possono fare due scelte: economica, oppure di grande passione. Per incorniciare una carriera così straordinaria e le sue origini, la scelta dell’Italia potrebbe essere probabile. Non so quale club in questo momento possa permettersi un’operazione come quella di Messi, però forse anche nell’ottica che Cristiano Ronaldo è in partenza… Se lascerà la Juve? Penso che ritorni in Spagna, dove ha consacrato la sua esistenza, si è trovato sempre bene, ha consacrato soprattutto la sua carriera. Ha vinto tutto. L’avventura con la Juve è finita al 100%, non penso che ce la possa più fare a rimanere a Torino. Non è il suo ambiente, non è più il suo stimolo. Ha ancora bisogno di farsi due anni a grandi livelli, per poi trovare un’avventura faraonica, che sia Stati Uniti o Cina. Un qualcosa di accattivante”.

AGUERO – “È un nome straordinario. Il suo parametro zero però vuol dire 100 milioni, attenzione, non è mai un parametro zero. Perché i soldi del trasferimento finiscono sull’ingaggio. Gli argentini sono i più furbi in questo: quando gestivo il Boca in Europa si partiva da 10 e puntualmente erano 20. È un giocatore che può avere tre destinazioni: Barcellona, Paris Saint-Germain o in una grande di Londra. Non è un giocatore da Italia, non farebbe comodo a nessuno. Un brevilineo come lui in Italia farebbe fatica”.