CMIT TV | Juventus, Jeda: “Arthur non è un regista. Ritorno Allegri non impossibile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:45

Alla CMIT TV interviene Jeda, ex giocatore del Cagliari di Allegri: le sue dichiarazioni sul futuro del tecnico e sul momento della Juventus

Nel corso della consueta diretta giornaliera della CMIT TV, numerosi ospiti tra cui Jeda. Il brasiliano, ex calciatore del Cagliari di Allegri, ha parlato di vari temi, tra cui il futuro del tecnico e il momento della Juventus. Sui bianconeri ha spiegato: “Adesso si può parlare assolutamente di crisi. È una Juve totalmente rivoluzionata. In tanti dicono che questa squadra è fortissima, ma non sono d’accordo. È forte, questo non lo discutiamo, ma in questo momento credo che aver affidato la squadra a Pirlo con Ronaldo a fare il perno senza aver preso altri giocatori intorno che potevano dargli una mano è stata la cosa più sbagliata. Sono convinto che Pirlo avrebbe potuto far bene, però con una Juve diversa”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, nuova ipotesi per il futuro di Allegri | Tripla pista

“È una squadra incompleta, manca un centrocampista centrale, un regista vero e proprio – ha proseguito – Il centrocampo è il tallone d’Achille di questa squadra. Hanno preso Arthur per fare il centrocampista a due o la mezzala. È un giocatore dinamico, ma non è un regista alla Pjanic. Per fare il regista serve il lancio lungo, vedere la giocata, saper veramente giocare davanti alla difesa. Va molto in giro per il campo, così come Bentancur. Manca anche un altro attaccante di maggiore spessore per affiancare Morata, vista anche la defezione di Dybala. Sono tutti giocatori forti, ma individualisti. La Juve non gioca da squadra. Il Napoli ad esempio ha un impianto di gioco collaudato. Alterna alti e bassi come la Roma, ma ha un impianto di gioco e si vede. La Juve non ce l’ha”.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Pirlo al capolinea | Primi contatti: sostituto a sorpresa

Altro tema caldissimo, come detto, il futuro di Allegri, su cui Jeda si è espresso in questi termini: “Credo che rimanga in Italia. Anche un eventuale ritorno alla Juve non lo ritengo impossibile. Penso che la Roma possa essere una destinazione importante per lui. È chiaro però che bisogna trasformare la squadra, ma soprattutto sul piano degli uomini e dell’importanza dei giocatori. Serviranno giocatori di spessore per cercare di lottare per lo scudetto. Allegri vuole lottare per lo scudetto. Lui sa sfruttare al massimo le potenzialità dei propri giocatori. La Roma è già una squadra forte e credo che possa alzare ulteriormente il livello della squadra e della società in generale. Può essere l’allenatore giusto per fare il salto di qualità. Non credo che eventualmente servano tanti rinforzi. Sicuramente la squadra va completata per fare un ulteriore salto di qualità, ma non ha bisogno di stravolgimenti. Ha già un impianto di gioco definito”.