PAGELLE E TABELLINO CAGLIARI-JUVENTUS | Furia Ronaldo, incubo Godin

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:54
Cagliari Juventus Ronaldo
Cristiano Ronaldo decisivo (Getty Images)

Pagelle e tabellino di Cagliari-Juventus, match della Sardegna Arena valevole per la 27° giornata del campionato di Serie A. Cristiano Ronaldo decisivo con una tripletta

La Juventus rialza la testa dopo la tremenda delusione in Champions League e l’eliminazione per mano del Porto. Uragano Cristiano Ronaldo nel primo tempo della Sardegna Arena contro il Cagliari: CR7 si carica sulle spalle la ‘Vecchia Signora’ e chiude i conti con una tripletta già nei primi 45′ minuti di gioco. Il guizzo di Simeone nella ripresa salva l’onore per l’undici di Semplici. Malissimo la retroguardia di casa, incubo Ronaldo per Godin. Disastrosi anche l’ex Rugani e Nandez. Nella Juve, oltre al fuoriclasse portoghese, sugli scudi il solito Chiesa. Nota stonata Kulusevski nello scacchiere di Pirlo, Marin mostra lucidità in regia nonostante le difficoltà del Cagliari. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Cagliari-Juventus 1-3: Ronaldo reagisce e fa tris, Champions blindata

Le pagelle di Cagliari-Juventus: riscatto CR7, guizzo Simeone. Kulusevski nota stonata

Cagliari Juventus Ronaldo
La gioia di Ronaldo (Getty Images)

CAGLIARI

Cragno 5 – Prende una bella botta da Ronaldo. Frana su CR7 provocando il rigore, non perfetto neanche sul tris firmato dal cinque volte Pallone d’Oro.

Ceppitelli 5 – Gli avanti bianconeri spuntano da tutte le parti. Affonda insieme ai compagni di reparto (69′ Klavan 6 – Non ci sono sbavature da parte sua).

Godin 4,5 – Si perde Ronaldo sul rigore del raddoppio. CR7 e Morata hanno un passo diverso rispetto all’ex Inter. Continua l’incubo Cristiano dopo i derby in quel di Madrid e la tripletta di due anni fa in Champions.

Rugani 4,5 – Sarà l’emozione di affrontare la sua ex, ma non ne azzecca una. Ronaldo fa quello che vuole quando parte da destra, asfaltato sul 3-0 dal portoghese. Difficilmente tornerà a Torino con queste prestazioni (80′ Pereiro sv).

Zappa 6 – Non parte male, poi arretra il raggio d’azione e non affonda sulla destra. Bel movimento e assist per Simeone sulla rete della bandiera. (69′ Asamoah 6 – L’altro ex della gara in campo per l’ultimo spezzone di partita).

Nainggolan 5 – Ha qualche problemino fisico e non riesce a dare l’apporto sperato in mediana. Spegne presto la foga agonistica.

Marin 6 – E’ il più pericoloso e incisivo con le sue traiettorie liftate su punizione. Impegna Szczesny con una gran botta da fuori. Uno dei pochi a salvarsi in casa Cagliari.

Duncan 5 – Troppo macchinoso, sbaglia diversi appoggi. Tante ripartenze della Juve partono dai suoi errori (80′ Deiola sv).

Nandez 4,5 – Sovrastato da Ronaldo nell’occasione del vantaggio bianconero. Ha due buone opportunità in area avversaria ma sbaglia scelta e misura del passaggio. Serata da dimenticare.

Joao Pedro 5 – Era uno dei più attesi, però si vede veramente poco dalle parti di Szczesny. Mai veramente in partita.

Simeone 6 – Fa il solletico a de Ligt e Chiellini per un’ora di gioco. Torna al gol con la zampata dell’1-3, rende un po’ meno amara la sconfitta dei sardi (80′ Cerri sv).

All. Semplici 5 – Troppo morbido il Cagliari, travolto da Ronaldo nel primo tempo. Non basta l’orgogliosa reazione nella ripresa. Un passo indietro rispetto ultime e incoraggianti uscite.

JUVENTUS

Szczesny 6 – Risponde presente sulla conclusione da fuori di Marin. Nulla può sul destro ravvicinato di Simeone.

Cuadrado 6,5 – Piazza sulla testa di Ronaldo la palla dell’1-0. Solito punto di riferimento a destra, rischia il rigore nella ripresa con un intervento maldestro. Ammonito, salterà per squalifica la prossima gara con il Benevento (83′ Frabotta sv).

De Ligt 6,5 – Pomeriggio tranquillo: Joao Pedro e Simeone (a parte la rete dell’argentino) non danno particolare fastidio. Controlla agevolmente le operazioni.

Chiellini 7 – Rientro positivo, ottime letture nel primo tempo ad arginare un paio di potenziali pericoli per Szczesny. Ritorno fondamentale per l’ultima parte di stagione (70′ Bonucci 6 – In campo per blindare la vittoria).

Alex Sandro 6 – Diligente quanto basta nel perfetto primo tempo della Juve. Costretto ad uscire per un guaio muscolare (33′ Bernardeschi 5,5 – Si dimentica Zappa sull’azione che porta al gol di Simeone. C’è ancora da lavorare in quel ruolo).

Kulusevski 5,5 – Parte con il piede sbagliato, vanificando le prime trame della ‘Vecchia Signora’. Fatica a carburare: il meno lucido lì davanti, continua nel suo momento involutivo.

Danilo 7 – Ormai non fa più notizia: sinonimo di garanzia, in qualunque parte del campo lo piazzi. Uno degli alfieri della Juve di Pirlo in questa stagione.

Rabiot 6,5 – Ha il doppio compito di dare ordine in mezzo al campo, senza disdegnare le incursioni sulla trequarti avversaria. Svolge egregiamente entrambe le fasi.

Chiesa 7 – I suoi strappi fanno male al Cagliari. E’ in un grande momento di forma: fisico, mentale e tecnico. Regala l’ennesimo assist della stagione per la tripletta di Ronaldo (83′ Arthur sv).

Morata 6 – Non segna ma è comunque prezioso alla causa. Avvia l’azione del rigore poi trasformato da Ronaldo e si sacrifica anche in fase di non possesso. Gli manca un pizzico di cattiveria davanti a Cragno, sciupando delle ghiotte opportunità per arrotondare il risultato (70′ McKennie 6 – Forze fresche per l’ultima parte di gara).

Cristiano Ronaldo 8 – Suona la carica dopo la delusione di Champions. Risponde da campione alle critiche: un uragano nel primo tempo, segna in tutti modi e asfalta il Cagliari. Ripresa al piccolo trotto, a caccia del poker che non arriva. Ma aveva già apparecchiato tutto nei primi 45 minuti. Vola a 23 centri in campionato, 30 complessivi in stagione. Unica macchia: poteva risparmiarsi l’intervento a gamba tesa su Cragno.

All. Pirlo 7 – La reazione che il tecnico voleva dopo la batosta in Europa. La squadra risponde presente e trova tre punti importanti per rilanciarsi in campionato. Paga subito l’assetto tattico ultra offensivo con Chiesa, Kulusevski, Ronaldo e Morata in campo contemporaneamente per la prima volta dal primo minuto.

Arbitro: Calvarese 5,5 – Non sbaglia sul rigore: Cragno travolge Ronaldo. Qualche dubbio in più sullo scomposto intervento del portoghese (ammonito) sempre ai danni del portiere di casa.

TABELLINO

Cagliari-Juventus 1-3
10′, 25′ rig. e 32′ Cristiano Ronaldo; 60′ Simeone (C)

Cagliari (3-5-2): Cragno; Ceppitelli (69′ Klavan), Godin, Rugani (80′ Pereiro); Zappa (69′ Asamoah), Nainggolan, Marin, Duncan (80′ Deiola), Nandez; Joao Pedro, Simeone (80′ Cerri). Allenatore: Leonardo Semplici
A disposizione: Aresti, Vicario, Carboni, Tripaldelli, Walukiewicz, Calabresi, Contini

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado (83′ Frabotta), de Ligt, Chiellini (70′ Bonucci), Alex Sandro (33′ Bernardeschi); Kulusevski, Danilo, Rabiot, Chiesa (83′ Arthur); Morata (70′ McKennie), Cristiano Ronaldo. Allenatore: Andrea Pirlo
A disposizione: Pinsoglio, Garofani, Di Pardo, Dragusin, Fagioli

Arbitro: Calvarese (sez. Teramo)
VAR: Chiffi
Ammoniti: Cristiano Ronaldo (J), Cuadrado (J)
Espulsi:
Note: recupero 4′ e 4′