Serie A, Inter-Atalanta 1-0 | Una vittoria da scudetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:39
Inter-Atalanta, cronaca e tabellino
Inter-Atalanta © Getty Images

Cronaca, tabellino e classifica aggiornata dopo il posticipo Inter-Atalanta: decide un gol di Milan Skriniar 

Si chiude col botto la 26/a giornata di Serie A. Il Monday Night è il derby lombardo tra Inter e Atalanta con due compagini attualmente in lotta rispettivamente per lo scudetto e la zona Champions. In un primo tempo piuttosto intenso il primo sussulto è rappresentato dal retropassaggio maldestro di Romero che al quarto d’ora rischia un clamoroso autogol, prima della risposta affidata al mancino di Zapata. Al tramonto del primo tempo l’ultimo squillo è ancora atalantino col solito Duvan che di testa costringe Handanovic al grande intervento. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> Inter-Atalanta, battibecco tra Conte e Mariani | Le frasi dell’allenatore

La svolta della partita arriva però ad inizio ripresa col gol di Skriniar che al 54′ risolve con un destro in mischia un’azione da calcio d’angolo. La rete dello slovacco cambia il leitmotiv della sfida e costringe la compagine di Gasperini a giocarsi tutte le proprie carte. Vanno vicini alla rete Zapata, Muriel e Pasalic ma l’imprecisione e Handanovic preservano l’1-0.

Inter-Atalanta 1-0, il tabellino

MARCATORE: 54′ Skriniar (I).

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi (dall’85’ D’Ambrosio), Barella, Brozovic (dal 77′ Gagliardini), Vidal (dal 53′ Eriksen), Perisic (dall’85’ Darmian); Lautaro (dal 77′ Sanchez), Lukaku. All.Antonio Conte.

ATALANTA (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Romero, Djimsiti (dall’81’ Palomino); Maehle, de Roon, Freuler (dall’81’ Pasalic), Gosens; Malinovskyi (dal 46′ Ilicic), Pessina (dal 73′ Miranchuk); Zapata (dal 70′ Muriel). All. Gian Piero Gasperini.

ARBITRO: Maurizio Mariani di Aprilia.

AMMONITI: Antonio Conte (all. I), Romero (A).

CLASSIFICA SERIE A: Inter 62 punti; Milan 56; Juventus* 52; Roma 50; Atalanta 49; Napoli* 47; Lazio* 43; Verona 38; Sassuolo* 36; Sampdoria e Udinese 32; Bologna 28; Genoa 27; Fiorentina, Spezia e Benevento 26; Cagliari 22; Torino** 20; Parma 16; Crotone 15

*una partita in meno
**due partite in meno