Calciomercato Milan, ancora distanza per il rinnovo di Donnarumma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:07
Calciomercato Milan Donnarumma Raiola
Gianluigi Donnarumma (Getty Images)

Calciomercato Milan, prosegue lo stallo per il rinnovo di contratto di Donnarumma: ancora distanza con le richieste di Raiola

Settimana cruciale per il Milan, che nel weekend ha subito il sorpasso in vetta alla classifica da parte dell’Inter, proprio sette giorni prima del derby scudetto. I rossoneri devono rialzarsi nella stracittadina contro i nerazzurri e dare un segnale importante, dopo il crollo con lo Spezia, ma avranno anche l’impegno con la Stella Rossa in Europa League. Mentre Conte e soci potranno preparare con calma il testa a testa. Ma è caldo anche il fronte fuori dal campo, con i rinnovi di contratto in attesa. E se qualsiasi discorso per Ibrahimovic è stato rinviato alla primavera inoltrata, sulla base delle sensazioni dello svedese, e se per Calhanoglu dopo un autunno burrascoso c’è fiducia di concludere, la partita rimane apertissima per Donnarumma.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan | 40 milioni per il terzino: cambia il futuro di Dalot

Calciomercato Milan, nodo Donnarumma: il contratto tra durata e cifre

Come noto, il portiere stabiese andrà in scadenza al termine di questa stagione. E’ necessario trovare dunque un accordo per non perderlo a zero, scenario che avrebbe del clamoroso. Lui, il classe 1999, vorrebbe restare, a maggior ragione con la possibilità di confrontarsi per la prima volta con il palcoscenico della Champions League. Ma la situazione al momento non è semplice. Qualche giorno fa, Calciomercato.it vi ha riportato le frasi di Raiola sul rinnovo di Donnarumma, dichiarazioni che hanno anche suscitato qualche polemica. La ‘Gazzetta dello Sport’ conferma la distanza attualmente esistente tra le parti. L’agente ha avanzato addirittura una richiesta da 10 milioni di euro a stagione, una cifra lontana dalle idee dei rossoneri, arrivati a spingersi al massimo a 7,5 milioni. Per non parlare della durata del contratto. L’ambizione del procuratore sarebbe strappare un rinnovo al massimo biennale, per poter continuare a guardarsi intorno per il prossimo futuro senza vincoli troppo stringenti. Anche qui, le idee del Milan non collimano: in società puntano a un rinnovo minimo almeno fino al 2024. Tutto da definire, il braccio di ferro proseguirà nelle prossime settimane.