Juventus-Inter, non solo Conte-Agnelli | Altro duro scontro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:52
Juventus Inter Paratici
Dirigenza Juve (Getty Images)

Non solo Conte e Agnelli ad accendere Juventus-Inter. Scontro verbale anche tra Paratici e Oriali al termine del primo tempo del match dell’Allianz Stadium

La Juventus conquista a spese dell’Inter la finale di Coppa Italia. Basta lo 0-0 all’Allianz Stadium ai bianconeri per eliminare la squadra dell’ex Conte. Decisivo il successo per 2-1 all’andata della squadra di Pirlo, alla prima finale conquistata in carriera dopo l’arrivo sulla panchina della ‘Vecchia Signora’. A far discutere è però l’infuocato finale di partita, con lo scontro verbale tra Antonio Conte e Andrea Agnelli. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube.

LEGGI ANCHE >>> Inter, dall’estate 2019 al 9 febbraio 2021: diciotto mesi di Antonio Conte

Juventus-Inter, scontro Paratici-Oriali: la ricostruzione

Calciomercato Juventus, sacrificato di lusso | Casemiro dal Real! Le cifre
Pavel Nedved e Fabio Paratici © Getty Images

Vecchie ruggini tra i due, con l’idillio che si è interrotto dopo il brusco addio dell’allenatore alla Juve nell’estate 2014. Agnelli ha sempre respinto negli ultimi anni un possibile ritorno, con la tensione alle stelle nella serata dell’Allianz Stadium durante e dopo la gara. Il presidente bianconero non le ha mandare a dire a Conte a fine gara, dopo il gestaccio dell’ex Ct della Nazionale all’intervallo rivolto verso la dirigenza. In tribuna erano presenti anche Paratici, Nedved e Cherubini, con lo stesso CFO della Juventus che a sua volta ha battibeccato in modo abbastanza accesso con Gabriele Oriali, uomo di fiducia di Conte e first team technical manager del cub di Suning.

A rivelarlo è la ‘Gazzetta dello Sport’, con il gesto di Conte che avrebbe innervosito anche gli altri dirigenti bianconeri, in primis Paratici che avrebbe così avuto uno scontro verbale con Oriali. Tensione alle stelle dopo il Derby d’Italia, con Conte che ha risposto con un certo nervosismo poi alle domande dei giornalisti sull’episodio incriminato con Agnelli e la dirigenza campione d’Italia: “Io dico che la Juventus dovrebbe dire la verità. Penso anche il quarto uomo abbia sentito e visto cos’è successo per tutta la partita. Bisognerebbe essere più educati secondo me. Non c’è niente da dire: bisognerebbe che ci fosse più sportività e avere più rispetto per chi lavora”. Juve-Inter non finisce davvero mai…