ESCLUSIVO | Roma, contatti per Silvestri: corsa a tre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:36
silvestri roma calciomercato
Marco Silvestri © Getty Images

Contatti nella giornata di ieri tra la Roma e l’entourage di Silvestri: l’estremo del Verona piace anche a Lazio ed Inter

In un mercato povero di colpi, i club studiano le situazioni per la prossima stagione, programmando gli acquisti con anticipo, in una sessione (quella estiva) che vedrà, con ogni ragionevole certezza, l’assalto ai pezzi pregiati.

Tra questi rientra Marco Silvestri: classe ’91, l’estremo difensore del Verona si è messo in mostra al punto tale da entrare stabilmente nel giro della Nazionale e può immaginare anche un posto (da terzo alle spalle di Donnarumma e Sirigu) agli Europei. Il portiere è passato con Mino Raiola ed il suo entourage. Gli uomini del procuratore italo-olandese – come raccolto in esclusiva da Calciomercato.it –  sono stati contattati negli ultimi giorni da diversi club, desiderosi di trovare un’alternativa tra i pali.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Mino Raiola Marco Silvestri
Mino Raiola © Getty Images

La Roma pronta a soffiare Silvestri alle concorrenti

Nella giornata di ieri, gli sherpa della Roma e dell’entourage di Silvestri hanno imbastito nuovi contatti. Ai dirigenti capitolini è stato certificato che sul portiere ci sono anche Lazio ed Inter: Strakosha e Reina da un lato, Handanovic dall’altro sono giunti al capolinea delle loro esperienze con questi club. Il potente agente ha già avuto notifiche per richieste di chiarimenti sulla situazione del suo neo-assistito.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, Haaland sempre più complicato | Le ultime dall’Inghilterra

Silvestri ha il contatto in scadenza nel 2022: le pretese sul suo cartellino da parte del Verona non possono superare i 10 milioni, anzi c’è anche da immaginare che la soglia possa esser minore. Ovviamente, partendo da standard contrattuali non alti, si tratta di offrire un ingaggio alla portata di una big.

Il dialogo con la Roma, così come filtra dalle parti, è stato positivo: siamo ancora all’inizio di quella che non è una vera trattativa. La strada, però, non appare in salita per l’approdo dell’estremo scaligero nella capitale.