Inter-Juventus, Conte: “C’è ancora gap” | Poi la frecciatina sul mercato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:33
Inter-Juventus, Conte nel post partita
Conte a Sky Sport

Antonio Conte ha commentato il successo di questa sera della sua Inter contro la Juventus. Le parole del post-partita 

Parola ad Antonio Conte nel dopo partita Inter-Juventus, sfida vinta 2-0 con le reti di Barella e Vidal. Ai microfoni di ‘Sky Sport’ ha analizzato la gara: “Per vincere contro una squadra come la Juventus, che per tutti diventa un parametro importante, devi fare una partita che sfiori la perfezione. Abbiamo fatto una buona partita, preparata bene. I ragazzi sono stati molto bravi a giocare la partita che si era preparata. Sono molto contento per loro perchè sono gare che ti danno autostima e ti devono far capire che la strada è giusta. Per noi la Juventus era un riferimento importante. Una squadra che domina per nove anni. Dico sempre che c’è un gap non solo con l’Inter ma con tutte le altre squadre”. 

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Inter-Juventus 2-0: Barella e Vidal stendono Pirlo

SCUDETTO – “Dopo un anno e mezzo di lavoro l’Inter è tornata ad avere la sua credibilità a livello nazionale. Anche l’anno scorso con la finale di Europa League. L’eliminazione Champions è un neo che ci porteremo dietro, bastava un gol però i ragazzi sanno che anche dalle delusioni bisogna farle rimarginare lavorando e migliorando”.

SOCIETA’ –Mi auguro che la situazione si possa risolvere nel migliore dei modi. Sapevo già da agosto che c’erano delle problematiche ma speriamo vada tutto per il meglio, per il bene dell’Inter e di tutti noi”.

LAVORO – “Siamo una squadra che crea tanto anche se spesso non abbiamo l’istinto del killer e spesso abbiamo bisogno di 3/4 chance. Portiamo tanti calciatori alla conclusione. Un anno e mezzo di lavoro c’è e si vede anche se qualcuno ogni tanto fa finta di non vedere. Queste sono partite in cui senti il sangue e devi chiuderle. Contro la Juventus non avevo mai vinto, neanche in Serie B o con l’Atalanta. Avevo sempre preso batoste meritate”.

JUVENTUS – “I cicli iniziano e finiscono se non sei bravo a rinnovarti e in questi anni la Juventus è stata molto brava a rinnovarsi mantenendo però un’ossatura importante. Per me il gap continua a rimanere non solo nei confronti dell’Inter ma di tutte le altre squadre italiane. Se siamo favoriti ora, figurarsi se avessimo fatto il mercato ad agosto…”.