CMIT TV | Calciomercato Inter, Petricca: “Ecco il futuro di Suning”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:37
CMIT TV | Petricca su Suning:
Petricca a CMIT TV

Arrivano le parole di Oberto Petricca sulla situazione di Suning in casa Inter e le voci su un possibile cambio di proprietà alla CMIT TV

Oberto Petricca, agente e intermediario di mercato, è intervenuto in diretta alla CMIT TV. Tanti i temi toccati dall’esperto di calcio asiatico, tra cui il contenimento dei costi nel mondo del calcio in Cina: “C’è un grande cambiamento in vista in Cina che sta diventando sempre più concreto, c’è una restrizione dei costi, un’indicazione del governo con abbassamento dei salari fino ad un milione e 700 mila euro netti, un cambiamento epocale. A monte di questa decisione c’è indicazione del Governo di attuare una politica di restrizione e di contenimento dei costi. Il tutto dentro una grande pandemia che rischia di riaccendersi. C’è un blocco di visti per motivi lavorativi che influisce anche nel calcio, si sta chiudendo un’epoca in cui si stava investendo tantissimo. Il mercato non andrà in crisi, ma non sarà quel serbatoio delle grandi opportunità”. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Calciomercato Roma, da Bernard a Otavio: le ultime sull’attacco

Inter, le voci su una cessione di Suning: parla Petricca alla CMIT TV

CMIT TV | Petricca su Suning: "Segnali di cessione dell'Inter"
Zhang (@Getty images)

Petricca si è poi soffermato sulla possibile cessione dell’Inter da parte di Suning: “Non penso che in casa Inter ci siano ripercussioni immediate, parliamo di investimenti di portata internazionale, ma penso ci sia da parte di Suning la volontà di guardare bene ad un incremento di investimenti nel calcio visto l’impegno in altri settori. La situazione è in evoluzione -ha continuato l’agente e intermediario-, ma i segnali vanno verso un intervento sempre più misurato che può aprire le porte verso una cessione parziale o totale del club. Suning è un’impresa di natura privata, ma è anche un gruppo sensibile alle politiche governative e si è sempre adeguato. Questo mi induce a credere che le direttive governative verranno sicuramente rispettate da Suning. Per l’immediato non ci saranno ripercussioni su mercato o sulla gestione dell’Inter. Non sarà mai messa in discussione la piena efficienza della struttura interista, non si deve avere il timore di ripercussioni negative”.