CM.IT | Calciomercato Inter, sondaggio per van de Beek: due ipotesi sul tavolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00
Calciomercato Inter, tentativo per van de Beek | Doppia offerta
Van de Beek (getty images)

Piero Ausilio ci prova per un suo vecchio pallino: l’olandese van de Beek che sta deludendo al Manchester United. C’è l’approvazione di Conte. Eriksen possibile pedina di scambio

Nonostante le difficoltà e le incertezze sul futuro societario, l’Inter dà qualche segno di vita sul mercato. Stando alle informazioni raccolte da Calciomercato.it, la dirigenza nerazzurra ha effettuato un sondaggio per Donny van de Beek, mezz’ala o trequartista olandese che fin qui non è riuscito a ritagliarsi un ruolo da protagonista nel Manchester United di Solskjaer, nel quale è approdato la scorsa sessione per una quarantina di milioni di euro.

Priva di budget, e a condizione che esca Christian Eriksen, per l’ex Ajax l’Inter ragiona sulla base di un prestito secco fino a giugno con la possibilità di discutere l’acquisto a titolo definitivo alla fine della stagione. Ma i nerazzurri pensano pure di offrire ai ‘Red Devils’, con cui sono in ottimi rapporti come dimostrano le recenti operazioni, uno scambio di prestiti. Verrebbe coinvolto – con gli eventuali riscatti valutabili sempre al termine di questa annata – proprio il danese ieri schierato play a Firenze (con risultati non esaltanti) che sappiamo essere stato un vecchio obiettivo di Solskjaer.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, clamoroso scenario dalla Francia: decisione presa, torna subito

Calciomercato Inter, idea van de Beek: può lasciare lo United. Occhio a Eriksen

Calciomercato Inter, tentativo per van de Beek | Doppia offerta
Van de Beek (getty images)

Anche in vista dell’Europeo, van de Beek sembrerebbe propenso a lasciare lo United dove sta trovando pochissimo spazio (in panchina le ultime quattro). Piero Ausilio, che è un suo grande estimatore, sì è mosso con l’appoggio di Marotta e dello stesso Conte, il quale non disprezzerebbe l’innesto di un giocatore che, oltre a grande tecnica, ha nelle doti corsa, dinamismo e un’ottima duttilità. Va detto, poi, che l’uscita di Eriksen e l’ingresso del classe ’97 (stimato pure dalla Juventus) frutterebbe pure un risparmio lato ingaggio, con il secondo che guadagna qualcosa come due-tre milioni di euro in meno a stagione.