Juventus-Torino, Giampaolo: “L’abbiamo persa nei dettagli”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:42
Giampaolo Torino tifosi
Giampaolo (Getty Images)

Arrivano le parole di Marco Giampaolo, allenatore del Torino, dopo la partita che i granata hanno perso contro la Juventus

L’allenatore del Torino Giampaolo ha parlato dopo il derby perso contro la Juventus per 2-1, dopo aver subito il gol di Bonucci nel finale. Di seguito, le sue parole ai microfoni di ‘Sky Sport’: “L’abbiamo persa per i dettagli. Complessivamente, considerando la nostra situazione, la partita è stata giocata come dovevamo. Ci lavoriamo, ma dobbiamo starci ancora sopra, sulla disposizione della difesa sull’angolo, come saliamo. Sono situazioni in cui devi ricomporre la linea con situazioni sbagliate, avevamo fatto tutto bene e se sbagli al primo errore è gol“.

Su Zaza – Zaza non voleva uscire, ma fa parte della partita. Poi io mi arrabbio, ma finisce lì. Nei 95 minuti se abbiamo commesso errori è stato nella gestione successiva al recupero palla, dobbiamo uscire dalla pressione con qualità ma se la ridai agli avversari fai continuamente fase di non possesso. Quindi devi cambiare le mezze ali, ma abbiamo tanti giocatori fuori per Covid“.

Su Singo e Lyanco – Qualche riferimento cambia con la difesa a tre o cinque, da quando abbiamo iniziato a fare così non abbiamo fatto sedute perché sono stato 20 giorni fuori. Stanno ancora agendo come fossero a quattro“.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE

Cosa non va nel Torino – Oggi abbiamo subito 4 tiri, non ho visto una squadra in difficoltà difensiva. Abbiamo dati ottimi, l’unico negativo è che abbiamo una percentuale di gol subiti in proporzione ai tiri in porta troppo alta. Se subiamo 4 tiri sono 2 gol. Però non ho un problema di duttilità difensiva. Prendiamo tanti gol ma non è un problema di linea difensiva. Mi è sembrata oggi una squadra tosta e quadrata, in questi dettagli siamo condannati. Perdiamo la partita per questa percentuale alta“.

Su Bonazzoli e Lukic – “La nostra non è una squadra di grande palleggio e quindi ho bisogno di giocatori di profondità, devo uscire dalla pressione attraverso la gestione della palla, Lukic è un giocatore di ripartenza come siamo noi. E io devo assecondare le caratteristiche del Torino che sono ben precise, una squadra molto verticale“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

PAGELLE E TABELLINO JUVENTUS-TORINO | Cuadrado vitale, Dybala irritante

Juventus, Bonucci: “Andavamo a due all’ora. Senza cuore inutile stare qui a parlare”