PAGELLE E TABELLINO JUVENTUS-TORINO | Cuadrado vitale, Dybala irritante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59
Bonucci decisivo (Getty Images)

Pagelle e tabellino di Juventus-Torino, derby della decima giornata del campionato di Serie A. I bianconeri ribaltano il match con McKennie e Bonucci

Più di nervi che con il gioco. La Juventus acciuffa nel finale tre punti determinanti nel derby contro il Torino. All’Allianz Stadium il neo-entrato McKennie e Bonucci ribaltano l’iniziale vantaggio firmato da Nkoulou, con la squadra di Pirlo in netta difficoltà nel primo tempo. Lo statunitense ex Schalke suona la carica, poi all’89’ il capitano stende il Toro sull’ennesimo assist d’oro di Cuadrado. Il colombiano fa la differenza, al contrario dell’inesistente Dybala. Stecca anche Ronaldo, Belotti lotta ma non basta. Giampaolo beffato nel finale malgrado un Torino coraggioso e vicino al 2-0 con Zaza.

Le pagelle di Juventus-Torino: scossa McKennie, Zaza sciupone

Juventus-Torino (Getty Images)

JUVENTUS

Szczesny 7 – Tiene in vita i suoi evitando il raddoppio di Zaza. Pronto quando serve, riflessi d’acciaio.

Cuadrado 7,5 – Uno dei pochi a creare superiorità numerica. La posizione in offside di Bonucci gli nega la gioia del gol. Traversone al bacio per il pareggio di McKennie, si ripete nel gol vittoria di Bonucci. Determinante per Pirlo, ancora una volta uomo derby.

De Ligt 5,5 – Chiusura fondamentale nel primo tempo su Linetty. Belotti è un osso duro, non è sicuro come nelle precedenti uscite.

Bonucci 7 – La velocità delle punte granata gli dà fastidio. Distratto su Nkoulou nell’1-0 del Torino. Ha il merito di piazzare di testa il punto del sorpasso: gol pesantissimo!

Danilo 5,5 – Bloccato dietro, in difficoltà quando viene puntato (71′ – Alex Sandro 6 – Dà più spinta sulla sinistra).

Kulusevski 4 – Non si accende mai e pasticcia con palla al piede. Involuto rispetto ai segnali confortanti di inizio stagione (56′ Ramsey 6 – Più efficace dello svedese, ma ci vuole poco).

Bentancur 5,5 – Male in regia. Sbaglia diversi palloni, lento a manovrare. Ci mette più garra solo nell’assalto finale. Ancora sottotono dopo l’incoraggiante prova con la Dinamo in Champions.

Rabiot 5,5 – Prevedibile nelle giocate, malgrado qualche buona sovrapposizione sulla sinistra (71′ – McKennie 7 – Sveglia la Juventus, si fa trovare al posto giusto al momento giusto nel correggere in rete l’assist di Cuadrado. Prima gioia personale in bianconero).

Chiesa 6,5 – Ci prova e non si risparmia. Impegna Sirigu prima dell’1-1 di Mckennie, scatta a ripetizione. Difetta in lucidità però quando conta.

Dybala 4 – Un fantasma, sbaglia anche le cose più elementari per uno del suo talento. Inesistente e irritante: l’ennesima prestazione incolore. Un peso per la squadra, lontano anni luce dal campione che illuminava la ‘Vecchia Signora’ con le sue pennellate (91′ Bernardeschi sv).

Cristiano Ronaldo 5 – Stranamente poco cattivo, non è il solito CR7. Mai pericoloso e anche lui avulso dal gioco. Derby stavolta incolore per l’asso portoghese.

All. Pirlo 6,5 – Juve imbarazzante per almeno un’ora di gioco, con le sostituzioni scuote la squadra. McKennie, Bonucci e Cuadrado gli regalano tre punti spartiacque per la stagione bianconera e il suo futuro in panchina.

TORINO

Sirigu 6 – Non viene particolarmente impegnato. Non si fa sorprendere sul destro di Chiesa.

Lyanco 5,5 – Puntuale e attento nelle chiusure. Si perde però Bonucci: distrazione fatale.

Nkoulou 7 – Freddo come un centravanti consumato nel bucare subito Szczesny. E dietro è invalicabile: concede le briciole e Ronaldo e Dybala.

Rodriguez 6 – Il Torino di appoggia spesso a lui per far ripartire l’azione da dietro. Non si distrae in fase difensiva.

Singo 6 – Meno esuberante rispetto alle ultime uscite, quando parte però è sempre temibile.

Meite 6,5 – Cattura diversi palloni e li distribuisce con qualità. Tassello imprescindibile per Giampaolo.

Rincon 6 – Solido in mezzo, contrasta e riparte. Perde fosforo nel finale.

Linetty 6,5 – Lo trovi ovunque, ficcante nel ribaltare l’azione. I suoi movimenti fanno male alla Juve (91′ Segre sv).

Ansaldi 5,5 – Limita le sortite in avanti, Cuadrado lo fa soffrire (92′ Bonazzoli sv).

Zaza 5 – Gran sacrificio per la squadra, ma sbaglia la rete del 2-0 che poteva ammazzare la sua ex squadra. Litiga con Giampaolo dopo la sostituzione (74′ Lukic 5 – Fallaccio su Bentancur che poteva costargli il rosso).

Belotti 6,5 – Cuore di capitano, lotta e serve un assist meraviglioso che Zaza non sfrutta. Anima del Toro, anche se un po’ cala nella ripresa.

All. Giampaolo 6 – Imbriglia i bianconeri di Pirlo per larghi tratta della contesa. Il ‘rivoluzionario’ 3-5-2 funziona, ma il Toro si perde sul più bello e ha il demerito di non uccidere una Juve in difficoltà nel primo tempo.

Arbitro Orsato 5,5 – Qualche dubbio su un intervento con il braccio di Ansaldi in area granata. Grazie al VAR annulla la rete di Cuadrado per la posizione in fuorigioco di Bonucci. Manca un rosso a Lukic per un brutto fallo su Bentancur.

TABELLINO

JUVENTUS-TORINO 2-1
9′ Nkoulou (T); 77′ McKennie; 89′ Bonucci

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Danilo (71′ Alex Sandro); Kulusevski (56′ Ramsey), Bentancur, Rabiot (71′ McKennie), Chiesa; Dybala (91′ Bernardeschi), Cristiano Ronaldo. A disposizione: Pinsoglio, Israel, Frabotta, Dragusin, Portanova, Arthur, Da Graca. Allenatore: Andrea Pirlo

Torino (3-5-2): Sirigu; Lyanco, Nkoulou, Rodriguez; Singo, Meite, Rincon, Linetty (91′ Segre), Ansaldi (92′ Bonazzoli); Zaza (74′ Lukic), Belotti. A disposizione: Rosati, Milinkovic-Savic, Izzo, Bremer, Buongiorno, Vianni, Edera, Vojvoda, Gojak. Allenatore: Marco Giampaolo

Arbitro: Orsato (sez, Schio)
VAR: Mazzoleni
Ammoniti: Kulusevski (J), de Ligt (J), Lyanco (T), Lukic (T), Cuadrado (J), Bonazzoli (T),
Espulsi: Pinsoglio (J, dalla panchina)
Note: recupero 1′ e 6′