Inter-Milan, Pioli: “Siamo ambiziosi. Conte? Non gli invidio nulla!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:01
Diretta derby Inter Milan formazioni Pioli
Stefano Pioli (Getty Images)

Le parole di Stefano Pioli alla vigilia di Inter-Milan, match valevole per la quarta giornata di Serie A. Le dichiarazioni del tecnico in conferenza stampa

E’ tempo di vigilia in casa Milan. I rossoneri di Stefano Pioli, da primi della classe, domani alle 18.00, scenderanno in campo a San Siro per il derby di Milano. Il tecnico presenta, in conferenza stampa da Milanello, il match contro l’Inter di Antonio Conte.

Le parole raccolte da Calciomercato.it:

SIAMO PRONTI – “Il Milan ha la propria identità e il suo modo di stare in campo. Nel nostro lavoro gli esami non finiscono mai e questo è difficile, anche perché abbiamo avuto poco tempo ma ci sentiamo preparati. Proveremo a fare meglio di loro”.

LAVORO MALDINI-PIOLI – “Come arriva il Milan quest’anno al derby? Ringrazio Carlo per le belle parole. Il nostro percorso è iniziato un anno fa, è un percorso che è ancora un percorso iniziale con grandi margini di miglioramento”.

Per restare aggiornato con tutte le news legate al mondo del calcio e non solo CLICCA QUI

AMBIZIONI – “Speravo di arrivare al derby così, vincendo le prime tre partite e approdando in Europa. Ci arriviamo bene così come i nostri avversari. Cosa significa vincere contro l’Inter? Ci darebbe fiducia nei propri mezzi e tantissimo entusiasmo ma noi dobbiamo pensare partita alla volta. Bisogna essere ambiziosi. L’Inter ci aiuterà a capire dove siamo arrivati. La sconfitta dell’anno scorso ci ha dato tanti insegnamenti”.

IBRA – “L’ho ritrovato come l’avevo lasciato. E’ sorridente, positivo, generoso, trascinatore, determinato. Ha avuto una settimana solamente ma è pronto per giocare”.

NAZIONALI – “I giocatori e le società si sono resi disponibili. Stanno tutti bene e siamo alla pari con l’Inter rispetto a queste problematiche”.

HAUGE – “Mi ha dato un’ottima impressione, è sveglio, ha tecnica e velocità. Ha abitudini diverse ma si sta inserendo bene”.

REBIC – “Non sarà disponibile per domani ma sta meglio e farà un altro controllo per capire se ci sarà per la prossima. Dobbiamo aspettare per capire i suoi tempi di recupero. L’assenza di Rebic è determinate. Ci mancherà un calciatore importante ma per fortuna ne avremo altri per sostituirlo”.

PAROLE DONNARUMMA – “L’Inter ha dei punti deboli come tutte le squadre. Sulla carta dovrebbe essere una partita spettacolare. Gap ridotto? Sono d’accordo sempre con quello che dicono i miei calciatori”.

KJAER – “L’apporto che sta dando è sicuramente di alto livello. E’ un professionista ineccepibile, che porta la sua intelligenza sul campo. Anche il ritorno di Romagnoli ci permette di ritrovare quei meccanismi difensivi su cui abbiamo lavorato”.

CONTE – “Non invidio nulla a nessuno perché è un sentimento che non mi appartiene. Amo quello che faccio e i miei giocatori. Le differenze con Conte? Non lo so, è difficile dirlo anche se conosco i colleghi, conosco come studiano le partite ma non so, ad esempio, come si approcciano ai giocatori. Ci sono tante cose che non conosco… Forse siete più bravi voi a rispondere a questo tipo di domande”.